AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità
Ricerca in:
Ricerca

Ricerca Avanzata








Data 24/05/2017
Titolo Incontro alla “Savio” per ricordare Falcone e “vincere la paura”
Foto
Dettagli
Testo «Palermo chiama Italia, San Gregorio risponde»
Incontro alla “Savio” per ricordare Falcone e “vincere la paura”
 
 
SAN GREGORIO – «Per sconfiggere la mafia occorre avere il coraggio di parlare, di vincere la paura. Occorre denunciare per difendere i propri diritti, noi non siamo soli, le istituzioni sono al nostro fianco». Questi ed altri i messaggi indirizzati agli studenti dell’Istituto comprensivo “San Domenico Savio” di San Gregorio che oggi, martedì 23 maggio, hanno assistito all’incontro dal titolo: “Dalla denunzia al processo: magistrati e avvocati strumenti a tutela della verità”.
L’evento si è tenuto presso l’Istituto per ricordare il 25° anniversario della strage di Capaci nella quale morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.
Sotto lo slogan “Palermo chiama Italia e San Gregorio risponde” i giovani studenti, che indossavano una maglietta con la scritta “Noi NO”, hanno preso parte ad una conferenza tenuta dal magistrato Fabrizio Aliotta, sostituto procuratore della Repubblica di Catania, dall’avv. Penalista presso il Foro di Catania, Ivan Albo nonché assessore all’Istruzione del Comune di San Gregorio, con la partecipazione del sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro. Coordinatrice la preside Daniela Fonti.
Una giornata “per non dimenticare” che ha visto diversi momenti tra spettacoli come quello degli alunni delle quinte C e D dal titolo “Pirati sull’Isola del Tesoro”; l’esibizione dell’orchestra della scuola secondaria di I grado, la mostra di elaborati sulla Legalità in palestra.
«I magistrati e gli avvocati sono strumenti al servizio della verità» hanno spiegato i relatori ma i bambini hanno chiesto: «come si sente un avvocato nel difendere un mafioso?.
«Il nostro No scritto sulla maglietta – hanno continuato i bambini a turno – è un No contro la mafia, un No contro le vittime e ai soprusi e alla corruzione».
«Oggi la mafia sta mutando – ha spiegato il magistrato Aliotta – è più sofisticata e si insidia nelle stanze del potere corrompendo la politica, ma sono fiducioso nella società e nei messaggi di Falcone perché la mafia potrà essere certamente sconfitta».
Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro «E’ anche una questione di dignità -, ha detto – Falcone combattendo la mafia voleva dare dignità al popolo siciliano che può ergersi e riscattarsi dimostrando di non avere paura e conquistare la libertà in una società civile».
Presenti i rappresentanti della Polizia provinciale e dell’Associazione nazionale carabinieri.
 
  
 
     
 San Gregorio di Catania 23 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 17/05/2017
Titolo «L’albero, abbraccio e respiro del mondo».
Foto
Dettagli
Testo Donato un albero per la Bambinopoli sangregorese dai bambini della scuola dell’Infanzia “Solletico”

 
SAN GREGORIO – «L’albero, abbraccio e respiro del mondo».
All’insegna di questo messaggio i bambini della scuola d’Infanzia sangregorese “Solletico”, diretta da Annalisa Di Stefano, hanno voluto donare al territorio di San Gregorio un albero, un “photinia red rubin”,  piantato proprio dal sindaco, Carmelo Corsaro.
Il gesto è l’epilogo di un percorso che ha visto i bambini impegnati nel “Progetto Natura”.
«Quest’anno la scuola ha sposato il “Progetto natura” – ha spiegato Annalisa Di Stefano - per sensibilizzare i bambini sull’importanza del rispetto dell’ambiente; sin da piccolissimi occorre insegnar loro ad amarlo perché il nostro futuro dipende proprio dalla sua salvaguardia.
«Abbiamo iniziato il progetto – ha concluso la responsabile della scuola - dal seme nella terra fino alla crescita e sviluppo dell’albero. I bambini, così, hanno visto con i loro occhi concretizzarsi il frutto del loro amore e della loro cura verso la natura».
Il “photinia red rubin” e un albero sempre verde che trasforma i suoi fiori in foglie rosse a fine primavera, ed è stato piantato accanto alla bambinopoli di Piazza Immacolata.
In questo modo i bambini, giocando al parco giochi, potranno vedere crescere il loro albero.
Per il primo cittadino, per l’occasione nelle vesti di giardiniere, «la cultura del verde caratterizza il nostro Comune – ha detto -, ed è importante che le future generazioni sappiano curare il mondo in cui vivono. Noi abbiamo la Riserva Naturale Integrale “Immacolatelle e Micio Conti” – ha concluso -, settanta ettari di terra protetta nella quale si fanno con i giovani escursioni naturalistiche insieme al Cutgana affinché comprendano l’importanza e il rispetto per la Natura».
Durante la piantumazione anche i docenti della scuola, il presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria e il comandante Polizia municipale di San Gregorio, Umberto Bonaccorso.
 
 
     
 San Gregorio di Catania 16 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 15/05/2017
Titolo La fontanella di Contrada Cerza sarà presto ripristinata
Foto
Dettagli
Testo La fontanella di Contrada Cerza sarà presto ripristinata
 
SAN GREGORIO – Le fontanelle con acqua potabile, collocate nei piccoli e grandi centri, hanno sempre caratterizzato una comunità a servizio degli altri. Che siano i passanti o gli abitanti del circondario ad usufruirne rappresentano un punto di ristoro e di servizio al cittadino.
Per questo motivo l’Amministrazione comunale di San Gregorio ha sollecitato ed ottenuto il ripristino di quella eliminata in Contrada Cerza, zona sud del paese, durante i lavori di allargamento di Via Sgroppillo, strada riaperta di recente al flusso veicolare.
Durante i lavori di ampliamento, infatti, la storica fontanella che ha rifornito per decenni gli abitanti della frazione, è stata tolta ma non più ripristinata a conclusione dei lavori.
«Grazie, però, al nostro intervento – ha spiegato il sindaco Carmelo Corsaro – in collaborazione della ditta che ha eseguito i lavori e alla Protezione civile abbiamo garantito la nuova predisposizione della fontanella, e i lavori sono stati già predisposti.
«Abbiamo perso del tempo a causa di problemi burocratici – ha continuato -, ma grazie anche all’intervento del presidente della Sidra, avv. Alessandro Corradi, abbiamo accelerato questo iter che ci garantirà, nei prossimi giorni, l’installazione della fontanella.
«Si tratta di una piccola operazione, è vero, - ha concluso il primo cittadino – ma noi diamo importanza simbolica alla fontanella perché caratteristica della nostra collettività e in particolare del centro di aggregazione della Contrada Cerza. È  il mantenimento di una logica che vede il nostro paese un territorio vissuto e per questo abbiamo voluto mantenere ancora una volta questi simboli di identità sangregorese».
 
     
 San Gregorio di Catania 13 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 15/05/2017
Titolo Progetto “Salute e sicurezza”
Foto
Dettagli
Testo Consegnato l’ottavo defibrillatore: destinatario il Centro diurno per anziani
 
 
SAN GREGORIO – “Siamo a quota otto”. Sono otto, infatti, i defibrillatori dislocati sul territorio sangregorese attraverso il progetto “Salute e sicurezza” pensato e concretizzato dall’Amministrazione comunale di San Gregorio sin dal suo insediamento.
Questa volta destinatario del defibrillatore, consegnato dal sindaco, Carmelo Corsaro, e dal presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, è stato il Centro diurno per anziani di Via Bellini.
Durante la manifestazione dedicata alla “Festa della Mamma”, promossa dall’assessore ai Servizi sociali, Seby Sgroi, in un affollato salone è stato consegnato lo strumento salva-vita.
«Quanto sia importante la prevenzione – ha spiegato il primo cittadino, Corsaro -, è cosa nota e noi vogliamo farla nella concretezza. In questo Centro si tengono attività, ludiche, ricreative e culturali e il luogo è sempre affollato di cittadini. Abbiamo ritenuto necessario, quindi, installare un defibrillatore anche qui nel rispetto delle direttive europee, un progetto a garanzia della salute e della sicurezza dei cittadini».
Nel suo intervento, il presidente del consiglio comunale Cambria ha sottolineato «come San Gregorio sia, in proporzione ai suoi abitanti, il Comune, dopo quello di Siena, che ne abbia di più. L’apparecchio - ha aggiunto – se usato con perizia e tempestività è in grado di salvare vite umane. Anche in questo caso – ha concluso – personale del posto sarà istruito per l’uso dell’apparecchio».
L’Amministrazione comunale, su input del presidente Cambria, e con l’impegno diretto del sindaco, Carmelo Corsaro, ha donato il primo defibrillatore nel 2015 alla Misericordia di San Gregorio, quindi un secondo è stato collocato in Piazza Regina Margherita ed un terzo nella sede del Municipio di Piazza Marconi.
Infine, altri quattro defibrillatori sono stati donati agli istituti scolastici comprensivi “San Domenico Savio” e “Michele Purrello”.
 
     
 San Gregorio di Catania 15 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 11/05/2017
Titolo La storia di San Gregorio nella mani degli alunni della “Purrello”
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – L’identità culturale e storica sangregorese, valorizzata dal sindaco Carmelo Corsaro col progetto “160° Anniversario dell’autonomia comunale di San Gregorio”, continua il suo percorso rivolto, stavolta, alle scuole.
E’ stato distribuito, infatti, agli alunni delle quattro V classi della primaria dell’Istituto “Purrello” il volume, scritto da Alfio Patti, dal titolo “San Gregorio di Catania nella storia e nella memoria”, pubblicato l’anno scorso da Maimone in occasione dell’evento.
A coordinare la cerimonia di consegna l’insegnante Graziella Ferro, alla presenza della dirigente scolastica, Gisella Barbagallo, del vicesindaco, Ivan Albo e dello stesso autore.
Nell’Auditorium della scuola, gli alunni, accompagnati dalle loro insegnanti, hanno ricevuto i libri dopo un breve discorso da parte degli intervenuti.
«Il libro rimarrà a disposizione degli studenti che si avvicenderanno nel corso degli studi – ha spiegato la preside Barbagallo – e sarà da stimolo per altre ricerche che i ragazzi saranno stimolati a fare».
Il vicesindaco Albo, coinvolgendo i bambini presenti ha parlato dell’importanza della memoria e della curiosità: «È importante conoscere la storia di chi ci ha preceduto – ha detto -, dei luoghi in cui viviamo, degli avi che hanno costruito questa comunità. Ciò potrà avvenire solo se abbiamo la curiosità e la voglia di sapere. Così facendo potremo avere la consapevolezza di essere cittadini del proprio territorio».
Il primo cittadino, Carmelo Corsaro, promotore del progetto ha così dichiarato: «Nel libro è contenuta la storia della nostra cittadina sin dalle sue origini che prendono corpo, però, a partire dal 1418. Oltre alla storia documentata – ha continuato – vi sono anche i personaggi che hanno caratterizzato il paese, prima Contrada, poi Casale e infine Comune. Interessanti le memorie raccolte attraverso documenti ma anche scritti e testimonianze.
«Il lavoro – ha concluso - svolto dal nostro concittadino Alfio Patti, poeta e scrittore con numerose pubblicazioni alle spalle, sta a sottolineare come San Gregorio non sia un “paese dormitorio” ma una realtà con un’antica e forte identità storica».
«Mi sono commossa sfogliando il libro – ha commentato l’insegnante Ferro -; perché ho rivisto parte della mia fanciullezza oltre alla foto dei miei avi; ho rivisto luoghi che ora sono completamente trasformati e altri che ho meglio conosciuto, insomma il libro ci permette di capire  meglio il nostro paese».
Alfio Patti, in conclusione, ha ringraziato quanti hanno permesso questa interessante operazione culturale.
Per l’Istituto scolastico “San Domenico Savio” la distribuzione dei libri è prevista per mercoledì 24 maggio.
    
 San Gregorio di Catania 11 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 06/05/2017
Titolo Tombini rumorosi in via Sgroppillo.
Foto
Dettagli
Testo Tombini rumorosi in via Sgroppillo.

 
 
SAN GREGORIO - Sarebbero difettosi i tombini installati sulla nuova via Sgroppillo.
A comunicare l’irregolarità sono stati gli stessi abitanti della zona che da qualche mese vengono costantemente disturbati da un intenso e fastidioso rumore. Le lamentele sono state inoltrate al Comune e il sindaco, Carmelo Corsaro, insieme al vicesindaco Ivan Albo, si sono subito attivati per risolvere il problema.
«Sollecitiamo da oltre due mesi la risoluzione del problema – ha spiegato il vicesindaco Ivan Albo - ma fino ad oggi promesse e poco di più».
Intanto numerose arrivano le lamentele al Comune da parte dei residenti della zona interessata.
«Nei giorni scorsi, stante il nostro pressante intervento, - ha aggiunto l'assessore ai Lavori pubblici Albo - la Protezione Civile ha inoltrato una diffida formale ad adempiere affinché l'impresa esecutrice ottemperi all’inconveniente entro e non oltre 20 giorni».
Sembrerebbe solo questione di qualche giorno, quindi, perché in caso di inottemperanza i lavori di ripristino dei tombini verranno affidati ad altra ditta con addebito.
«Seguiremo con attenzione i giorni della scadenza della diffida – ha rassicurato il Sindaco Corsaro - augurandoci che l'impresa dia ancora una volta prova di efficienza e risolva a breve il problema perché per i residenti il costante rumore dei tombini al passaggio di ogni mezzo è davvero diventato insopportabile».
 
    
 
            
 San Gregorio di Catania 05 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
 
Data 05/05/2017
Titolo Scuola “Savio”: riacquistati in tempi record i pc rubati
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO - Sono 15 i nuovi pc acquistati coi fondi del Comune di San Gregorio per l'Istituto comprensivo statale “San Domenico Savio” a cura dell’assessorato per le Politiche scolastiche.
I nuovi hardtop sono già stati configurati ed installati all'interno delle classi della primaria dove lo scorso dicembre alcuni balordi avevano fatto irruzione durante le vacanze natalizie e scassinato gli armadi delle Lim, le lavagne multimediali, rubando tutti i computer contenuti al loro interno.
«Fu drammatico scoprire il furto ma avevamo promesso di ristabilire la normalità didattica in brevissimo tempo - afferma l'assessore per la Pubblica istruzione Ivan Albo - così grazie all'efficiente ausilio della direzione della “Savio” abbiano ricomprato i pc per i nostri bambini che già da giorni hanno ripreso con regolarità l'utilizzo digitale delle loro lavagne».
Questa di dicembre non è stata l’unica volta in cui l'Istituto scolastico è stato preso di mira dai ladri.
Più volte i balordi hanno creato ingenti danni ai materiali didattici ed alla scuola.
«Adesso abbiamo adeguato in sicurezza la scuola per evitare il ripetersi di quanto accaduto in precedenza – ha spiegato il vice sindaco Albo - ho preteso che venissero installate telecamere a circuito chiuso in Full Hd e visione notturna collegate con le forze dell'ordine in aggiunta al sofisticato sistema d'allarme recentemente attivato in sinergia coi carabinieri».
A consegnare le attrezzature elettroniche alla dirigente della “Savio”, Daniela Fonti, sono stati, oltre al sindaco, Carmelo Corsaro, l’assessore Albo e il presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria.
Questi nuovi computer danno alle insegnanti gli strumenti più avanzati della didattica moderna per sviluppare, in maniera esponenziale, i contenuti del percorso curriculare.
Con i recenti acquisti di Lim per tutte le classi dell'istituto “Savio”, insieme all'implementazione della rete internet ed il ripristino delle attività informatiche è stata completata la strumentazione per una migliore didattica digitale: «il furto dei pc aveva privato gli alunni della primaria – ha commentato il sindaco, Carmelo Corsaro - di strumenti essenziali per l’apprendimento che, adesso, con i nuovi computer potranno nuovamente riprendere in linea con la modernità e l'alta qualità dell'offerta formativa della “Savio”».
    
 
            
 San Gregorio di Catania 05 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 05/05/2017
Titolo “Sei ore da vivere”
Foto
Dettagli
Testo “Sei ore da vivere” marcia in onore della vita, dello sport e in ricordo di Giordana Di Stefano
 
SAN GREGORIO – Ai nastri di partenza la terza edizione della “Sei ore di San Gregorio da Vivere”, che si terrà domani, sabato 6 maggio, con inizio alle ore 18 in Piazza Immacolata.
Boom di iscrizioni quest'anno sia per la gara individuale (oltre 30 ultramaratoneti, provenienti da tutte le provincie siciliane) che per le 9 staffette maschili, miste e femminili.
L’evento è organizzato dalla consigliera comunale Eleonora Suizzo e patrocinata dall’assessorato allo Sport, dal sindaco, Carmelo Corsaro e dalla Presidenza del consiglio comunale, Salvo Cambria. Dalle ore 18 fino alla mezzanotte, sei ore di corsa individuale e fit walking per le vie cittadine per valorizzare la vita e lo sport. Durante la gara in piazza momenti di musica e danza. A conclusione la premiazione e un “pasta party”.
«Il 6 maggio – ha spiegato la consigliera Suizzo – è nata Giordana Di Stefano, la giovane mamma di Nicolosi uccisa dalla mano feroce del suo ex compagno, e in suo onore si correrà per 6 ore, intorno alla suggestiva piazza di Piano Immacolata, dalle 18 alle 24.
«Contemporaneamente – ha continuato la Suizzo - all'interno della piazza lo Iasm, grazie alla disponibilità di Angela Marchese e del suo team di istruttori esperti, darà dimostrazione delle principali pratiche di autodifesa. La giornata di sport, divertimento e condivisone si concluderà a mezzanotte con la premiazione dei vincitori e il pasta party per tutti i partecipanti». 
Il primo cittadino, Carmelo Corsaro, si ritiene soddisfatto «È una manifestazione – ha detto - che cresce ogni anno e che dimostra quanto uno sport speciale come il podismo ed in particolare la corsa ultra sia un fenomeno in crescita e sempre più apprezzato». 

    
 
            
 San Gregorio di Catania 05 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 03/05/2017
Titolo “Sei ore da vivere”
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO  - Sabato 6 maggio, alle ore 18, in Piazza Immacolata avrà inizio la terza edizione di “Sei ore di San Gregorio da vivere”, organizzata dalla consigliera comunale Eleonora Suizzo e patrocinata dall’assessorato allo Sport Roberta Mazzullo, dal sindaco, Carmelo Corsaro e dalla Presidenza del consiglio comunale, Salvo Cambria. Dalle ore 18 fino alla mezzanotte, sei ore di corsa individuale e fit walking per le vie cittadine per valorizzare la vita e lo sport.
Durante la gara in piazza momenti di musica e danza. A conclusione la premiazione e un “pasta party”.
 
    
            
 San Gregorio di Catania 03 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 03/05/2017
Titolo Piazze Wi-Fi a San Gregorio
Foto
Dettagli
Testo Il Comune abbraccia la nuova tecnologia wireless per velocizzare le comunicazioni
 
SAN GREGORIO - Un altro punto del programma dell’Amministrazione Corsaro è stato attuato.
Si tratta del progetto “Piazze Wi-Fi a San Gregorio”. Il progetto, che prevede la localizzazione di alcuni free wi-fi hot spot nelle piazze ed in altri luoghi pubblici del Comune di San Gregorio è in fase di conclusione.
Attualmente il servizio, gratuito, è disponile nei seguenti siti: Piazza Guglielmo Marconi, Piazza Regina Margherita, Piazza della Repubblica, Largo Mignemi (Delegazione Comunale – Cerza), Parcheggio Istituto scolastico San Domenico Savio.
Prossimamente la rete wi-fi sarà usufruibile anche in Piazza Immacolata, dove gli apparati sono già installati, ma un problema legato al passaggio della rete fisica Telecom sta ritardando il collegamento.
«Il servizio Free Wi-Fi Hot Spot - ha commentato il sindaco, Carmelo Corsaro - nasce nell’ambito di un progetto di razionalizzazione delle spese per telefonia ed internet che, senza un aumento significativo dei costi, ha permesso di attivare il servizio in questione oltre a migliorare i servizi telefonia/internet nelle sedi comunali e nelle scuole. E ciò nell’ambito del miglioramento dei servizi tecnologici, meno visibili ma essenziali dal punto di vista della gestione dell’ente, quelli legati alla conservazione dei dati. La datata struttura esistente – ha concluso il dott. Corsaro - è stata sostituita con un sistema di Server locali e contemporanea conservazione su Cloud».
«Per il progetto si è scelto il meglio che c'è sul mercato: Cisco Meraki ed Access Point MR62 – ha spiegato l’ing. Salvo Pennisi che ha seguito il progetto -, la soluzione più semplice ed efficace per gestire il network direttamente in cloud. Sono state inoltre realizzate delle opere di ottimizzazione, sostituendo i link esistenti con dei collegamenti Hiperlan a 5 Ghz, con potenzialità e capacità di collegamento decisamente superiori».
Per utilizzare la rete Wi-Fi messa a disposizione dal Comune, nei siti sopra indicati, basta collegarsi al Ssid: San Gregorio Ospiti (che dovrebbe apparire automaticamente nell’elenco delle reti wi-fi disponibili) ed autenticarsi seguendo le indicazioni sul proprio dispositivo mobile (smartphone, tablet, ecc) dotato di collegamento Wi-Fi.
Il progetto è stato realizzato nel rispetto delle norme vigenti e con sistemi tecnologici all'avanguardia (Infrastruttura server basata su Tecnologia Cisco ExpressPod - Fibra Virtuale da 10 Mbit - Sistema Veeam di Back-Up remoto) che permettono di ottimizzare la gestione dei dati e di azzerare il rischio della perdita dei dati stessi con recupero immediato anche in caso di danneggiamento dei supporti in sede.
 
San Gregorio di Catania 03 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 27/04/2017
Titolo Fiera del lunedì di Pasqua a San Gregorio
Foto
Dettagli
Testo Fiera del lunedì di Pasqua a San Gregorio: rispettate le regole e il benessere degli animali.
«Raggiunto un alto livello di prevenzione e organizzazione»

 
SAN GREGORIO – «Quest’anno abbiamo raggiunto un alto livello di prevenzione e organizzazione rispetto agli altri anni – ha commentato soddisfatto il presidente provinciale Enpa, Cataldo Paradiso - sia perché ci siamo raccordati con tutte le forze in campo molto tempo prima dell’inizio della festa sia perché l’amministrazione comunale di San Gregorio ha deciso di investire per migliorare il benessere degli animali. Ci riteniamo soddisfatti per come siano andate le cose ma ciò non significa che l’Enpa è favorevole alla vendita degli animali; l’Enpa è favorevole verso chi rispetta gli animali e il loro benessere».

A fare il punto della situazione sono stati il sindaco, Carmelo Corsaro, il comandante Umberto Bonoccarso e l’ispettore Salvo Gulisano della Polizia municipale, il consigliere Giovanni Zappalà, rappresentante del Comitato festeggiamenti e il presidente provinciale Catania Enpa, Cataldo Paradiso che riunitisi al Comune hanno messo un punto fermo sulla questione della tradizionale fiera del bestiame al Piano Immacolata.

«Come sindaco lotterò sempre perché questa tradizione bicentenaria vada avanti – ha sottolineato il primo cittadino, Carmelo Corsaro -. Gli sforzi fatti da ambo i lati nella tolleranza delle proprie sensibilità e culture hanno trovato la loro sintesi in una valida e fattiva collaborazione nel rispetto delle regole. Le amministrazioni comunali di San Gregorio e Valverde, la Polizia municipale, l’Enpa e il Comitato festeggiamenti hanno collaborato in sinergia, facendo tutti un passo indietro secondo le proprie coscienze per il bene comune e la tutela degli animali».

La fiera del lunedì di Pasqua, che si tiene per la festa del Santo Patrono Gregorio Magno, quest’anno ha cambiato anche la disposizione degli espositori posti su una sola parte della via principale in modo da garantire viabilità e ordine pubblico. Ottimo il lavoro svolto dagli agenti di Polizia municipale e carabinieri.

San Gregorio negli anni, per la tutela degli animali, si è munito di un Regolamento che il consiglio comunale ha reputato ampiamente positivo votandolo.

Nel Regolamento sono stati definiti, in maniera più dettagliata, gli spazi dedicati agli animali separandoli da tutte le altre attività merceologiche individuando un terreno di un privato, ubicato nel territorio di Valverde, ma che è legittimato dalla sorveglianza degli agenti di San Gregorio.

«Infine – ha precisato il consigliere Giovanni Zappalà -, i fuochi d’artificio vengono sparati in orari diversi da quelli in cui vengono esposti gli animali e il gregge che è lì stanziato viene allontanato».
           

 San Gregorio di Catania 27 aprile 2017  

Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 27/04/2017
Titolo Bonus Green II edizione
Foto
Dettagli
Testo “Tu differenzi, noi ti premiamo”.
Al via la II edizione del progetto “Bonus green”
per incentivare la raccolta differenziata
 
 
SAN GREGORIO – “Tu differenzi, noi ti premiamo”. Questo lo slogan della seconda edizione di “Bonus green”, progetto ideato dall’Amministrazione Corsaro per incentivare la raccolta differenziata presso l’Isola ecologica. Il bando è rivolto ai nuclei familiari in favore degli studenti residenti a San Gregorio.
Il “Bonus green” sarà vinto da coloro che conferiranno il maggior numero di Kg di rifiuti differenziati presso l’Isola ecologica a partire dalla data del 14 aprile fino al 31 dicembre 2017.
Quest’anno, il concorso prevede l’assegnazione di due bonus di cinquecento euro in favore di studenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado e di altri due bonus di cinquecento euro ciascuno per gli studenti di secondaria di secondo grado. 
I “Bonus” possono essere spesi per l’acquisto di pc/tablet; iscrizione ad un corso di lingue/formazione; vacanza studio; biglietto aereo per vacanza studio, ecc.
La domanda per accedervi dovrà essere protocollata all’Ufficio Urp del Municipio o trasmessa a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale) o inviata a mezzo Pec all’indirizzo del Comune: comune.sangregorio.ct@anutel.it entro il 30 gennaio 2018.
Un premio per ben scaricare? È un modo per ben educare. Educare anche a spendere i bonus che come sottolinea il sindaco, Carmelo Corsaro «dovranno essere spesi per acquisti volti al miglioramento dell’educazione dello studente. I bonus green verranno erogati in due tranche, la prima in misura del 50 per cento dell’importo e la seconda a fronte della presentazione della documentazione di spese effettuate».
Per la consigliera Eleonora Suizzo, promotrice dell’iniziativa, «Le buone azioni volte all'educazione e al rispetto dell'ambiente in cui viviamo da parte delle giovani leve – ha detto-, deve essere il punto di partenza di ogni educatore, genitore ed amministratore. 
«Così è per me – ha continuato Suizzo - e per l'Amministrazione Corsaro che ripropone anche per l'anno 2017, e dopo il positivissimo riscontro della prima edizione, il bando “Bonus green”. 
«Le buone azioni – ha concluso la consigliera - devono essere valorizzate e premiate, ed è per questo che sarà un onore per me poter diffondere il messaggio negli Istituti Comprensivi presenti nel territorio, per parlare direttamente agli studenti e per spiegare loro la razionalità alla base del “Bonus green” e l'importanza della loro partecipazione diretta all'interno della famiglia». 
Se nella selezione dovessero risultare pari punteggi verranno presi in esame il maggior numero di figli e l’attestazione Isee più bassa.
 
Bando e allegati --->http://www.comune.san-gregorio-di-catania.ct.it/…/default.a…
     
            
 San Gregorio di Catania 26 aprile 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 21/04/2017
Titolo Progetto “Salute e Sicurezza”: altri quattro defibrillatori donati dal Comune.
Foto
Dettagli
Testo

SAN GREGORIO - Continua il percorso “Salute e sicurezza” pensato e concretizzato dall’Amministrazione comunale di San Gregorio sin dal suo insediamento.
Altri quattro defibrillatori, infatti, sono stati donati agli istituti comprensivi “San Domenico Savio” e “Michele Purrello”. All’istituto “Savio” un defibrillatore è stato installato nelle sede centrale di Via Sgroppillo e l’altro nella sede di Via Adige; I due defibrillatori della “Purrello”, invece, sono stati installati il primo nella sede centrale di Via Fondo di Gullo e il secondo nella succursale di Via Umberto. Sono così sette i defibrillatori dislocati sul territorio sangregorese.
L’Amministrazione comunale, su input del presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, e con l’impegno diretto del sindaco, Carmelo Corsaro, ha donato il primo defibrillatore nel 2015 alla Misericordia di San Gregorio, quindi un secondo è stato collocato in Piazza Regina Margherita ed un terzo nella sede del Municipio di piazza Marconi.
Cittadini, associazioni, studenti e impiegati hanno così la possibilità di intervenire tempestivamente in caso di effettivo bisogno; lo strumento potrebbe salvare la vita a numerose persone nel caso venissero colpite da arresto cardiorespiratorio.
«Congiuntamente al presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria – ha spiegato il sindaco, Carmelo Corsaro – abbiamo voluto seguire, anche nel rispetto delle direttive europee, un progetto a garanzia della salute e della sicurezza dei cittadini».
Ma l’impegno non si ferma qui. “Stiamo programmando – ha detto il presidente del consiglio comunale Cambria – di acquistare e installare altri defibrillatori, uno di questi da donarre prossimamente al Centro diurno per anziani».
Gli strumenti “salva vita” sono stati consegnati, nei giorni scorsi, ai dirigenti scolastici Daniela Fonti e Gisella Barbagallo dal sindaco Corsaro accompagnato dal presidente del consiglio comunale Cambria e dal vicesindaco, Ivan Albo.
Nelle scuole saranno individuati responsabili per l’uso degli strumenti e per l’occasione preparati adeguatamente.

Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 20/04/2017
Titolo Fuori pericolo il bambino della "Savio" ricoverato nei giorni scorsi per meningite
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – Uno scolaro dell’Istituto “San Domenico Savio” di San Gregorio nei giorni scorsi è stato ricoverato all’ospedale Garibaldi per meningite.
L’Amministrazione comunale insieme alla dirigenza scolastica si sono subito attivati per intervenire in merito e isolare il caso.
«Abbiamo seguito costantemente l’evolversi della situazione - ha spiegato il sindaco, Carmelo Corsaro - non si tratterebbe di meningite meningococcica contagiosa che si trasmette tra persone». In sintesi non c’è pericolo di contagio. «Rimane però riservata la prognosi del nostro alunno –ha concluso Corsaro - sebbene con evidenti positivi e costanti miglioramenti clinici. Nei prossimi giorni potrebbero sciogliere definitivamente la prognosi».
L’assessore alle Politiche scolastiche, Ivan Albo, insieme al sindaco Corsaro e la preside dell’istituto “Savio”, Daniela Fonti sono a stretto contatto con la direzione medica del nosocomio per gli aggiornamenti.
«Abbiamo interessato la direzione dell’Asp di Catania e il dott. Mario Cuccia responsabile del servizio epidemiologia dell’Asp di Catania – ha spiegato Albo -, condividendo con loro l’assoluta inesistenza di profilassi o protocolli da seguire perché non ravvedono elementi di possibile contagio. Restiamo tutti accanto alla famiglia del nostro alunno – ha concluso - augurandogli pronta e sicura guarigione».
     
            
 San Gregorio di Catania 18 aprile 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 14/04/2017
Titolo Nozze d’oro per Giuseppe e Rosaria
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – Giuseppe Leonardi e Rosaria Giulio hanno festeggiato i loro 50anni di matrimonio. Sangregoresi doc, sposatisi a San Gregorio nella chiesa Madre il 12 aprile del 1967, i coniugi Leonardi sono stati festeggiati dalle figlie Agata, Maria e Isabella e dai generi Luciano e Piero. Insieme ad altri parenti e amici anche i nipoti Marco, Rossella e Matteo.
Per l’occasione l’amministrazione comunale ha preparato una targa ricordo e un omaggio floreale.
A consegnarli nell’aula consiliare il sindaco, Carmelo Corsaro, il presidente del consiglio comunale Salvo Cambria e l’assessore ai Servizi sociali, Seby Sgroi.
Oltre al primato della longevità, il Comune di San Gregorio annovera un alto numero di nozze d’oro, di diamante e di ferro.

San Gregorio di Catania 13 aprile 2017

Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 08/04/2017
Titolo Approvato il piano economico-finanziario della Tari
Foto
Dettagli
Testo Il sindaco Corsaro: «Se facciamo differenziata di qualità nel tempo potremmo avere dei vantaggi sia sul piano della civiltà sia dal punto di vista strettamente economico».
  
SAN GREGORIO – Nell’ultimo consiglio comunale è stato approvato il piano economico finanziario della Tari (Tassa rifiuti) inerente la tariffazione per la rimozione dei rifiuti solidi urbani.
Un piano tariffario che ripercorre un iter in coerenza a quanto fatto negli anni trascorsi. Una vera e propria fotografia dei costi che il Comune sostiene per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.
«Un piano tariffario che ammonta a 1.850.000 euro – ha spiegato il sindaco Carmelo Corsaro - e che ha avuto un leggero risparmio rispetto all’anno precedente di 35.000 euro grazie al giusto deposito dell’umido.
«Non so se questo risparmio sarà visibile in bolletta – ha continuato il dott. Corsaro - perché parliamo di cifre irrisorie rispetto all’intero ammontare però è un segnale di incoraggiamento che sicuramente ci darà maggiori riscontri nei prossimi anni se il trend che abbiamo iniziato come collettività è quello giusto. Il messaggio che viene fuori dall’approvazione di questa delibera di consiglio comunale è quello che se facciamo differenziata di qualità nel tempo potremmo avere dei vantaggi sia sul piano della civiltà e del futuro del nostro ecosistema sia da un punto di vista strettamente economico.
«Ribadisco il concetto – ha specificato il primo cittadino - l’Amministrazione non fa altro che prendere dei dati certi, che sono i costi relativi agli anni precedenti, per poi farne un consuntivo a fine anno per caprie come ripartire le somme in bolletta. Il piano tariffario, in realtà, riprende tanti aspetti dei costi e non solo quelli relativi alla raccolta quotidiana; nelle quote sono previste le spese di progetti specifici per promuovere e incentivare la raccolta differenziata in un largo spettro: commercianti, persone con disagio sociale, vigilanza e tutela del territorio.
«Infine – ha concluso il sindaco Corsaro - l’atto amministrativo, che si presenta come una sintesi di numeri, deve essere tradotto e interpretato per cercare di portare avanti il discorso della differenziata che mira al raggiungimento dell’obiettivo del 65% così come vogliono le leggi regionali e nazionali e deve essere un percorso di civiltà che coinvolge tutta la società sangregorese».
             
 San Gregorio di Catania 08 aprile 2017
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 03/04/2017
Titolo Intitolato uno slargo a Gaetano Puglisi pittore e decoratore di carretti
Foto
Dettagli
Testo Intitolato uno slargo a Gaetano Puglisi
pittore e decoratore di carretti
 
 
SAN GREGORIO – Intitolato uno slargo al sangregorese Gaetano Puglisi, pittore e decoratore di carretti. A scoprire la targa, che porta il suo nome sullo slargo di Viale Europa, sono stati il sindaco, Carmelo Corsaro, il figlio Vinicio e il presidente del consiglio comunale Salvo Cambria.
Presenti un folto pubblico di amici e parenti. L’iniziativa, curata dai figli Domenico, Vinicio e Stanislao ha avuto sin da subito l’approvazione dell’Amministrazione comunale e dalla commissione toponomastica.
«Il pennello fra le sue dita gioiva – ha sottolineato il figlio Vinicio con accanto la madre, Santa Caramma - sia sulle tele che sui carretti siciliani; oltre alla professionalità mio padre metteva passione. Delle gesta dei paladini che dipingeva conosceva le storie e le musiche».
Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro, si è trattata di «Una giornata importante – ha detto – inserita in un percorso coerente che abbiamo iniziato sin dal mio insediamento e cioè credere nella valorizzazione dei nostri concittadini che si sono distinti. Con ciò vogliamo lasciare un segno tangibile su un artista sangregorese di adozione che ha lasciato un segno tangibile soprattutto sui carretti siciliani. Tradizione che rischia di scomparire».
La cerimonia di intitolazione è avvenuta il 2 aprile giorno in cui Puglisi avrebbe compiuto 79 anni.
(Nacque il 2 aprile del 1938 ad Aci Sant’Antonio e morì a San Gregorio il 14 dicembre del 2001).
Figlio d'arte, giovanissimo si appassiona all'arte del carretto siciliano e della pittura in particolare, frequentando la bottega di famiglia ad Aci Sant’Antonio, cittadina dove da generazioni si decoravano e si assemblavano i carretti, diventati nel tempo opere d'arte.
«Il mio primo approccio con la pittura – era solito ricordare – lo ebbi da piccolino in quanto mio padre, Domenico, era uno dei migliori pittori e decoratori di carretti siciliani, e la storia di Orlando e Rinaldo, da noi, era di casa. Ho sempre amato la figura dei Paladini perché un paladino non colpisce mai alle spalle, affronta il nemico faccia a faccia e rispetto di più Rinaldo che, a differenza di Orlando, è più arguto e in battaglia usa di più il cervello anziché la forza».
Trasferitosi a San Gregorio ha alimentato la sua passione condividendola e consolidandola insieme a due artisti di livello quali i sangregoresi Carmelo Calvagna e Turi Privitera .
Morì nella sua casa del quartiere della Radiusu che aveva trasformato, insieme alla moglie Santina (pittrice per contagio) in una personale permanente. Alla sua scomparsa, i figli, Domenico, Vinicio e Stanislao hanno dato vita all' Associazione Culturale "CarrettoArteSicilia" realizzando il suo sogno: valorizzare la Sicilianità attraverso percorsi didattico-turistici e premiando col "VitArte" quei siciliani che si distinguono nelle arti e nella cultura e portano in alto il nome della Sicilia.
   
 
 
            
 San Gregorio di Catania 03 aprile 2017
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 29/03/2017
Titolo “Atelier in sicurezza” per tutelare l’Atelier creativo
Foto
Dettagli
Testo Un protocollo d’intesa tra “Savio” e Comune per vigilare, con sistemi avanzati, sui nuovi laboratori tecnologici
 
 
SAN GREGORIO – E’ nato il progetto "Atelier in sicurezza" siglato dal vice sindaco Ivan Albo per il Comune di San Gregorio, dalla dirigente scolastica Daniela Fonti per l'Istituto comprensivo statale "San Domenico Savio" e l'insegnante Gaetano Ginardi referente del progetto. 
Un protocollo d'intesa sui sistemi di sicurezza che l'ente comunale realizzerà a tutela dei laboratori informatici già presenti nella struttura scolastica ed a maggior tutela per il nuovo laboratorio tecnologico che ospiterà “l'Atelier Creativo” che a breve verrà realizzato a scuola per migliorare ancora di più la già performante esperienza tecnologica offerta dalla formazione scolastica della Savio.
«La tutela tecnologica del nuovo “Atelier Creativo”, con scanner in 3D ed apparecchiature sofisticatissime – ha spiegato l'assessore alle politiche scolastiche Ivan Albo - verrà custodito al meglio con sistemi di copertura e di vigilanza avanzati. Il primo passo – ha concluso - verso un percorso di sicurezza che abbraccerà altri plessi scolastici ed il territorio comunale in futuro».
Insomma tecnologia all'avanguardia a servizio della didattica per lo sviluppo creativo nella robotica dei più piccoli.
Per la Preside Fonti: « L’Atelier è nato da un'attenta analisi dell'utenza dell'Istituto comprensivo e dei livelli di apprendimento già rilevati con il rapporto di autovalutazione (Rav), e costituirà un ambiente di apprendimento che permetterà di vivere l'esperienza della trasformazione di idee astratte in oggetti reali utilizzando anche energie rinnovabili, per l'acquisizione di competenze moderne e attuali, spendibili in futuro nel mercato del lavoro».
Il referente del progetto insegnante Ginardi: «“Atelier Creativo”, un ambiente tecnologico ad alta flessibilità che permetterà di avviare a scuola, nel corso del triennio 2016/19 ed in coerenza con il Piano triennale dell’offerta formativa d’istituto, attività laboratoriali con gli alunni sulla fabbricazione e stampa di oggetti 3D, scansione di oggetti e modellamento di immagini tridimensionali,  coding e robotica educativa».
«Una collaborazione di idee indispensabili per la crescita non solo digitale dei nostri ragazzi – ha precisato il vice sindaco Ivan Albo - che la nostra Amministrazione ha inteso supportare consegnando sicurezza ed efficienza dei locali adibiti a laboratorio. Attendiamo trepidanti i primi progetti di robotica dei nostri bambini».
  
            
 San Gregorio di Catania 29 marzo 2017
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 29/03/2017
Titolo Bonus green, consegnati gli assegni alle famiglie meritevoli
Foto
Dettagli
Testo Bonus green, consegnati gli assegni alle famiglie meritevoli
Il sindaco Corsaro: «il nostro è un messaggio di civiltà»

SAN GREGORIO – Consegnati due assegni di mille euro ciascuno a studenti che hanno aderito con successo al progetto “Bonus Green”. Si tratta di Dennis D’Amico e Aurora Ronsisvalle. I giovani hanno ricevuto gli assegni che potranno spendere per acquisto di pc/tablet; iscrizione ad un corso di lingue/formazione; vacanza studio; libri; biglietto aereo per vacanza studio, ecc.
L’iniziativa, indetta dall’Amministrazione comunale per incentivare la raccolta differenziata, è stata rivolta ai nuclei familiari sangregoresi in favore, però, dei figli studenti e residenti a San Gregorio.
Fra 15 giorni la metà dell’importo sarà disponibile in banca. Per avere l’altra metà, però, i genitori dovranno rendicontare le spese fatte per il toltale di 1.000 euro.
Nel consegnare gli assegni, il primo cittadino, Carmelo Corsaro, ha ringraziato i presenti «per aver accolto questo nostro messaggio di civiltà – ha detto. Sull’argomento differenziata dovremmo tutti un po’ autoincentivarci.
«La partecipazione a questa manifestazione di interessi è stata tanta – ha continuato il sindaco - e quando abbiamo visto i risultati siamo rimasti meravigliati.
«Abbiamo voluto dare un forte messaggio educativo proprio ai ragazzi perché è da loro che deve partire la cultura della differenziata per una società pulita e organizzata».
L’isola ecologica è un’importante realtà a San Gregorio e la possibilità di avere uno sgravio in bolletta resta uno stimolo forte per tutti.
«Facendo differenziata, infatti, guadagniamo tutti - ha concluso il dott. Corsaro -. Quest’anno, per esempio, abbiamo avuto un bonifico di 42.000 euro per aver fatto bene la differenziata di cartone e carta».
Per la consigliera Eleonora Suizzo, che ha sostenuto l’iniziativa promossa dal sindaco, «è stata una bella esperienza perché – ha detto - abbiamo divulgato l’iniziativa anche nelle scuole e la risposta più forte è arrivata dai bambini.
«In quest'ottica – ha concluso Suizzo -, il bonus Green, fortemente voluto dal sindaco Corsaro, rappresenta un incentivo alla buona e corretta consapevolezza dell'importanza del conferimento in isola ecologica, operato da parte di ogni famiglia».

San Gregorio di Catania 29 marzo 2017

Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 14/03/2017
Titolo Corpo Bandistico
Foto
Dettagli
Testo Corsaro: «Un altro tassello che si aggiunge alla ricostruzione storico-culturale della nostra cittadina»
 
SAN GREGORIO – Grande festa per l’inaugurazione del Corpo bandistico “Città di San Gregorio” che dopo tanti anni di oblio è stato ricostituito grazie alla volontà del sindaco, Carmelo Corsaro, e all’interesse del consigliere Giovanni Zappalà. La banda,che ha sfilato per le vie cittadine, oinvolge circa 60 i giovani che frequentano i corsi gratuiti per imparare uno strumento. Fra di loro anche i veterani che non hanno mai abbandonato l’idea di poter ritornare a far parte della banda del proprio paese. Il direttore è il maestro Giuseppe Scavo, insegnante di educazione musicale presso l’Istituto “Domenico Savio” di San Gregorio.
Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro, si tratta di «Un altro tassello – ha detto - che si aggiunge al mio progetto relativo all’identità storica e culturale della cittadina. Ricostituire la banda che ha origini antiche, il primo corpo fu fondato nel 1908 dal salesiano don Urso, significa anche dare spazio a centri di aggregazione sociale e culturale con particolare richiamo per i giovani che coinvolti dalla musica trovano sani motivi per stare insieme».
Soddisfatto anche il consigliere comunale, Giovanni Zappalà che si è adoperato per mettere insieme il mosaico: «Quando nel settembre 2016 il sindaco mi chiese di collaborare per fare ripartire la storica banda cittadina – ha spiegato Zappalà - accettai con entusiasmo e soprattutto con passione.  «Per prima cosa – ha continuato Zappalà - contattai tutti i bandisti di San Gregorio che nel frattempo suonavano nelle varie bande dei paesi vicini, e poi i giovani sia della zona di Cerza che della zona del centro storico in modo da coinvolgere tutto il paese».
Il maestro Scavo, già flautista nella banda nazionale della Guardia di Finanza, appena incaricato si è messo subito al lavoro: «Ho accolto la proposta con molto piacere – ha commentato Scavo -. Come primo passo ho fatto partire immediatamente il Laboratorio musicale accogliendo un buon numero di giovanissimi desiderosi di iniziare a studiare musica, inoltre ho invitato diversi ragazzi che già avevano studiato uno strumento musicale a fiato negli ultimi anni presso le scuole medie ad indirizzo musicale, compresa la “Savio”.
«Il laboratorio musicale – ha concluso il maestro Scavo - attivatosi presso l’Auditorium “Carlo Alberto Dalla Chiesa”, per me è stata l’occasione per realizzare diverse attività: tenere lezioni individuali a tutti coloro che avevano appena iniziato a studiare musica; tenere lezioni di musica di insieme per fiati con l’organico a disposizione appena formatosi e, allo stesso tempo, e dare la possibilità ai bandisti veterani sangregoresi di poter suonare insieme ai nuovi arrivati».
 
            
 San Gregorio di Catania 13 marzo 2017
 
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa

 
 
Data 11/03/2017
Titolo "Una Famiglia per ogni bambino"
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – E’ stato firmato il Protocollo d’intesa per l’attuazione del progetto “Una famiglia per ogni bambino” tra gli Istituti comprensivi sangregoresi, “Michele Purrello”, “San Domenico Savio” e il Comune di San Gregorio.
A firmare le presidi Gisella Barbagallo per la “Purrello”, Daniela Fonti per la “Savio” e il sindaco Carmelo Corsaro. Presenti anche il vice sindaco, Ivan Albo, assessore alle Politiche scolastiche e l’assessore alle politiche sociali, Seby Sgroi.
Fanno parte del gruppo operativo inserito nel progetto, oltre alle dirigenti scolastiche, anche Rosa Bagiante, assistente sociale del Comune di San Gregorio, Grazia Chisari, responsabile associazione “Genitori in cammino” di Misterbianco, Alessandra Lo Faro, psicologa sportello ascolto e Roberta Alosi, psicologa laboratori socio-affettivi.
Le finalità del progetto sono quelle di stabilire una prassi concordata tra le Istituzioni per favorire l’accoglienza e l’inserimento nella scuola dei bambini/ragazzi in affido o adottati o minori che presentino qualche problematica inerente la crescita oppure legata all’insuccesso; all’integrazione delle diversità al fine di favorire il benessere psico-fisico del minore e delle famiglie.
Per questo, in entrambe le scuole e finanziati dal Comune, sono stati istituiti sportelli d’ascolto.
«Sin dal nostro insediamento – ha commentato il sindaco Corsaro - abbiamo intrapreso la politica dell’ascolto nei riguardi di tutti i cittadini e quindi non potevamo trascurare quella relativa alla scuola e ai bambini. Sono contento di investire somme e professionalità in questi progetti che ci fanno sentire sempre più famiglia e collettività.»
«Il Comune di San Gregorio in questo campo è all’avanguardia – ha precisato l’assessore Sgroi -; uno dei pochi Comuni dell’hinterland ad attuare queste attività e ne andiamo fieri».
«Abbiamo sottoscritto un protocollo d’intesa tra la scuola, il Comune e l’associazione “Genitori in cammino” – ha spiegato la preside Fonti - per portare avanti questo progetto dedicato principalmente a quelle famiglie che hanno adottato un bambino ma che si estende anche a bambini con bisogni speciali. Come si svolgerà? Tramite l’attivazione di uno sportello specifico curato dalla dott.ssa Alessandra Lo Faro e la conduzione di laboratori socio-educativi che andranno a prendere di mira dinamiche difficoltose tra i ragazzi naturalmente con l’autorizzazione dei genitori».
«Sportello – ha puntualizzato la preside Barbagallo - che sarà di supporto ai docenti per la formazione-informazione su queste tematiche e di supporto ai genitori qualora ne avessero necessità e ai bambini sempre nel rispetto della tutela legale. Non più un fatto episodico ma un percorso più costante ed incisivo».
            
 San Gregorio di Catania 11 marzo 2017
 
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa
 
Data 27/02/2017
Titolo Protocollo d’intesa tra Comune e SportLand 4x4
Foto
Dettagli
Testo MAGGIORE SICUREZZA NEL TERRITORIO
Siglato Protocollo d’intesa tra Comune e SportLand 4x4
 
SAN GREGORIO – “Assistenza tecnica stradale in caso di allarmi idrogeologici; interventi in sicurezza in caso di smottamenti e calamità, ma anche corsi di formazione per il personale dell'amministrazione comunale e del servizio di Protezione civile comunale di prossima formazione”.
Questo è quanto previsto dal Protocollo d’intesa stipulato nei giorni scorsi tra il Comune di San Gregorio e l’associazione fuoristradistica SportLand 4x4.
A firmare l’intesa sono stati il vice Sindaco Ivan Albo ed il presidente dell'associazione fuoristradistica SportLand 4x4 Luigi Salafia.
Con sede presso la delegazione comunale di via Sgroppillo, la SportLand 4x4 garantirà al Comune sangregorese assistenza tecnica stradale in caso di allarmi idrogeologici ed altri interventi di sicurezza in caso di calamità.
«Con questo accordo quadro - spiega il vice sindaco Ivan Albo - abbiamo siglato un altro importante passo verso la sicurezza del territorio in caso di eventi atmosferici garantendoci h24 mezzi e uomini in grado di interagire con la Protezione civile fornendo strumenti in dotazione capaci di affrontare anche le condizioni più impervie con piloti esperti».
Molto soddisfatto anche il Presidente di SportLand 4x4 Luigi Salafia: «Ringrazio l'avv. Albo e l'amministrazione comunale – ha detto - per aver consentito la messa in opera di un accordo di solidarietà e di collaborazione che mi auguro sia di esempio per molte realtà.
«Lo Sportland4x4 si impegna, con ogni  mezzo e con tutte le risorse umane disponibili,  - ha continuato - a sostenere ed aiutare in caso di calamità naturale e condizioni disagiate, le azioni di recupero e soccorso coordinate dal comune che ha offerto alcuni locali per consentire al Club lo svolgimento delle proprie attività formative e organizzative per gli eventi socio culturali di cui si fa promotore sin dalla sua fondazione e come campo base per le operazioni di coordinamento in caso di emergenza».
Il protocollo d'intesa apre una nuova fase della distribuzione e controllo dell'intero territorio comunale sfruttando anche la delegazione comunale, già sede comunale e degli uffici del vice sindaco, adesso anche luogo di formazione e di aggregazione per le attività culturali dell'associazione.
«L'intesa con la SportLand 4x4 è soprattutto intesa culturale e turistica - spiega il vice sindaco Albo - perché San Gregorio e la sua splendida riserva naturale diventino punto di incontro con gli amanti della natura che da qui organizzeranno i loro eventi e concluderanno le loro esperienze fuoristradistiche beneficiandone esercizi commerciali della zona coi quali è intenzione la stipula di convenzioni».
   
San Gregorio di Catania 27 febbraio 2017
  
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 25/02/2017
Titolo Il giardino giusti alla "Purrello"
Foto
Dettagli
Testo  
UN GIARDINO DEI “GIUSTI” ALLA “PURRELLO”
 
SAN GREGORIO – È stato istituito, presso l’Istituto comprensivo “Michele Purrello”, diretto dalla preside Gisella Barbagallo, il giardinetto dei giusti nel quale sono stati piantati, nei giorni scorsi, due alberelli per ricordare la memoria di un Giusto e una Giusta.
Gli alberi portano i nomi di due fratelli sangregoresi: Maria Giovanna e Salvatore Fragalà.
A piantumarli sono stati gli alunni delle classi seconde, sezioni B/C, di scuola primaria coordinati dal prof. Grillo. Durante la cerimonia presente anche il sindaco, Carmelo Corsaro, che ha apprezzato l’iniziativa e il fatto che venissero, così, ricordati due sangregoresi impegnati nel sociale.
Il progetto è stato indetto da  “Toponomastica femminile” e “Fnism-Catania” ispirato al Giardino dei Giusti tra le Nazioni.
Referente della Purrello la prof. Silvia Magrì coadiuvata dall’insegnante Graziella Ferro.
L’iniziativa ha coinvolto le classi che hanno dovuto individuare due nomi di Giusti e per loro piantare due alberi nella scuola o in un’area verde del paese che gli studenti della scuola in quel caso avrebbero adottato.
Maria Giovanna e Salvatore Fragalà, insegnanti, diedero un grande contributo alla Sicilia, per i principi morali e le gesta in termini di esercizio di solidarietà, cultura dei diritti, di democrazia, di libertà: utili esempi per la comunità sangregorse.
Il loro impegno, di rara abnegazione e di grande sensibilità, li ha visti promotori di attività di volontariato sociale presso l’Aned (Associazione nazionale emodializzati); l’Aido (Associazione italiana per la donazione di organi tessuti e cellule) e il Tdm (Tribunale per i diritti del malato).
Entrambi contribuirono alla stesura della legge regionale (la prima del settore) n. 7 del 30 gennaio del 1991, che istituì i comitati di partecipazione e vigilanza delle Aziende Ospedaliere, riuscendo a fare attuare in Sicilia il concetto della “partecipazione” dei cittadini e la “vigilanza” sul servizio sanitario erogato. Inoltre furono da stimolo e contribuirono fattivamente alla riorganizzazione e costituzione dei reparti di nefrologia in Sicilia.
 
 
 
San Gregorio di Catania 25 febbraio 2017
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 24/02/2017
Titolo Pensionamento Comandante G.Pennisi
Foto
Dettagli
Testo
SAN GREGORIO – Davanti ad una folla di amici, colleghi, autorità e parenti, il comandante della Polizia municipale di San Gregorio, commissario capo Giuseppe Pennisi, ha festeggiato il raggiungimento della meritata pensione. Dopo 42 anni di onorato servizio Pennisi, assunto come vigile urbano con pubblico concorso l’8 aprile del 1975, lascia la sua divisa per passare alla vita civile. Durante la sua carriera ha visto passare 13 sindaci e un commissario regionale.
Per l’occasione, il sindaco, Carmelo Corsaro e il presidente del consiglio comunale Salvo Cambria, insieme agli assessori Ivan Albo, Seby Sgroi e Carmelo Chiarenza, hanno donato una targa ricordo a nome della cittadinanza «per aver svolto con professionalità e correttezza le sue funzioni di forza dell’ordine».
Tra i presenti anche i rappresentanti delle associazioni Enpa, Aeop nucleo flash Nicolosi e Viagrande,  Asd Sub Catania che con lui hanno collaborato per la vigilanza sul territorio.
Inoltre gli ex sindaci Nico Balsamo e Remo Palermo, che Pennisi ha ringraziato per la fiducia accordatagli; un grazie anche ai rappresentanti dei Corpi di polizia municipale di Valverde e San La Punta, e a quelli della Misericordia, Fratres, Mosema, che hanno voluto condividere questo momento festoso. Le rappresentanze religiose: don Michele Viviano, direttore dell’istituto salesiano “Sacro Cuore” di San Gregorio insieme al parroco don Ezio Coco e l’ex parroco don Salvatore Scarpato, hanno testimoniato questa gioia.
Numerosi i regali ricevuti da amici e colleghi che hanno riconosciuto a Pennisi la serietà nel lavoro svolto; la solerzia e l’intransigenza nel volere anche dai suoi collaboratori il massimo impegno.
Stacanovista, in 42 anni di lavoro ha preso solo 10 giorni di malattia. Dopo cinque anni di assunzione fu assegnato al servizio di antiabusivismo edilizio e negli anni anche ad altri servizi fino ad arrivare al comando della stazione della Pm il primo gennaio del 2011.
Giuseppe Pennisi, commosso, ha ringraziato tutti i presenti per il loro calore ed affetto quindi un grande brindisi.
  
San Gregorio di Catania 23 febbraio 2017
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 22/02/2017
Titolo VIA SGROPPILLO RIAPRE
Foto
Dettagli
Testo

AN GREGORIO – Domani 23 febbraio, alle ore 9 la via Sgroppillo, dopo ventiquattro mesi di lavori, la sua prima chiusura è avvenuta il 5 marzo 2015 con il Viale delle Olimpiadi e la via Colombo, riapre al traffico veicolare e adesso anche al nuovo pedonale destro e sinistro.
Dopo l’inaugurazione e dopo i controlli l’importante arteria verrà riconsegnata agli automobilisti e agli abitanti della zona.
Oggi alle ore 15, alla presenza del sindaco, Carmelo Corsaro, il vicesindaco, Ivan Albo, il vice comandante della Polizia municipale, Umberto Bonaccorso e l’ispettore di Polizia municipale Salvatore Gulisano del Comune di San Gregorio, il geometra Carmelo Martelli dell’Ufficio urbano del Comune di Catania, l’ing. Tommaso Costa e il geometra Alfio D’Angelo direttori lavori della Protezione civile della Regione siciliana, sede di Catania e Raffaele Giannetto rappresentante dell’impresa esecutrice e il dott. Franco Musumeci, Ad Musumeci costruzioni del Consorzio Ciro Menotti, la strada è stata consegnata.
Il primo cittadino, Carmelo Corsaro: «siamo soddisfatti perché adesso abbiamo consegnato un quartiere rimodernato ad una delle zone più belle del territorio sangregorese. Col pedonale in ambo i lati e l’illuminazione stradale raddoppiata la vivibilità delle nostre residenze migliora al quadrato».
Soddisfatto anche il Vice Sindaco ed assessore ai LL.PP. Ivan Albo: «ho seguito i lavori e partecipato a risolvere i mille ostacoli non solo burocratici di questo complesso cantiere – ha dichiarato - . Dopo neppure due anni dalla chiusura del primo tratto di via Sgroppillo oggi consegniamo un Quartiere Sgroppillo al passo col futuro.
Chi ha vissuto la vecchia trazzera Sgroppillo può realmente apprezzare il senso di questa opera pubblica, di questo successo, della messa in sicurezza e riqualificazione della strada e dell'intero Quartiere».


Alfio Patti
Ufficio Stampa