AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità
Ricerca in:
Ricerca

Ricerca Avanzata








Data 16/04/2018
Titolo COSA SONO LE ENERGIE RINNOVABILI? SE NE PARLA NELLE SCUOLE
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – «Le società moderne, basate sul consumo eccessivo dei beni, producono migliaia di tonnellate di rifiuti ogni giorno, nella maggior parte dei casi senza prendere in considerazione le conseguenze per l’ambiente». Come smaltire, allora, questa enorme quantità di rifiuti? Occorre cambiare mentalità e per farlo bisogna partire dalle scuole e dalle famiglie. Di energie rinnovabili, infatti, hanno parlato agli studenti degli istituti scolastici di San Gregorio “San Domenico Savio” e “Michele Purrello” Marcello Nigro, presidente Conf.S.E.R (Confcommercio per lo sviluppo delle energie Rinnovabili), ideatore del progetto “Cosa sono le Energie Rinnovabili”, che ha una durata triennale; Dora Astuti, responsabile Comunicazione Kalat Impianti e Claudio Grosso, responsabile Marketing Kalat Ambiente. Finalità del progetto è quella di avvicinare gli alunni alle problematiche che le Energie rinnovabili risolvono e sarà supportato da imprese pubbliche e private interessate a partecipare e dare sostanza agli incontri. Questo primo incontro si è diviso in due momenti, nel primo il dott. Nigro ha introdotto le problematiche che l’effetto serra sta provocando al nostro pianeta mostrando video e immagini che gli alunni hanno seguito con grande curiosità ed interesse. Nella seconda parte la dott.ssa ssa Astuti e il dott. Grosso hanno con dovizia di particolare spiegato come funziona la differenziata descrivendo le azioni virtuose necessarie per risolvere il problema dello smaltimento rifiuti. Il progetto ha potuto prendere il via grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale di San Gregorio ela Conf.S.E.R. Per il Comune era presente l’assessore alla Pubblica istruzione, Ivan Albo, sempre sensibile alle tematiche dell’Ambiente « Questo progetto vuole diventare un utile stimolo per tutti – ha commentato Albo -, e vuole trasmettere i concetti di prevenzione, riuso e riciclo nelle scuole in modo facile ecomunicativo»; le dirigenti scolastiche, Daniela Fonti e Gisella Barbagallo; Paolo Morgante, Dirigente Enea per la provincia di Catania e Telly Sardo, responsabile Confcommercio San Gregorio. San Gregorio di Catania 16 aprile 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 13/04/2018
Titolo ENERGIE RINNOVABILI: LUNEDÌ INCONTRO CON GLI STUDENTI
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO - Lunedì 16 aprile, il Sindaco, Carmelo Corsaro e l’assessore alla Pubblica istruzione, Ivan Albo, insieme al Presidente della Conf.S.E.R. (Confcommercio per lo sviluppo delle Energie Rinnovabili) Marcello Nigro e alla Kalat Impianti rappresentata dalla dott. Dora Astuti, si recheranno negli istituti scolastici “San Domenico Savio” (ore 9,00) e “Michele Purrello” (ore 11,00) per incontrare gli studenti ed effettuare un primo incontro per evidenziare l’importanza che le nuove generazioni rappresentano nella tutela del nostro pianeta.
«Le società moderne, basate sul consumo eccessivo dei beni, produce migliaia di tonnellate di rifiuti ogni giorno, nella maggior parte dei casi senza prendere in considerazione le conseguenze per l’ambiente. Creiamo una quantità sempre maggiore di rifiuti e a molti di noi sembra non interessino le possibili ripercussioni negative».    
  
 
 
 San Gregorio di Catania 13 aprile 2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 13/04/2018
Titolo ENCOMI PER I “CORAGGIOSI” CHE SI SONO DISTINTI DURANTE GLI INCENDI DELL’ESTATE 2017
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – In concomitanza con l’emanazione dell’Ordinanza sindacale antincendi per esortare i cittadini a prevenire e fronteggiare il rischio incendi durante l’Estate, il sindaco Carmelo Corsaro e l’Amministrazione comunale, presente anche il presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, hanno dedicato una giornata per encomi e riconoscimenti per coloro che si sono distinti durante gli incendi dell’estate scorsa.
Ricordiamo che nel mese di luglio numerosi incendi, di natura dolosa, hanno assediato il territorio sangregorese devastando totalmente anche la Riserva naturale “Immacolatelle e Micio Conti”.
In quell’occasione al sindaco Corsaro e alla Polizia locale di San Gregorio sono venuti in aiuto diverse realtà istituzionali: dall’Acoset alla Polizia locale di Valverde, dal Gruppo Forestale di Catania al Cutgana dell’Università di Catania, alle diverse Protezioni civili oltre ai vigili del fuoco.
Ma soprattutto i cittadini sangregoresi che in quel momento di seria emergenza hanno dimostrato coraggio e grande solidarietà.
« Ho voluto parteciparvi la mia gratitudine, come uomo e come sindaco, ma soprattutto quella dell’Amministrazione comunale e di tutta la cittadinanza sangregorese – ha dichiarato il sindaco Corsaro rivolgendosi agli encomiati - per l’impegno profuso durante gli incendi sviluppatisi nel mese di luglio 2017 nel nostro territorio.
«Il vostro intervento, personale e con mezzi, - ha continuato il primo cittadino - ha aiutato a circoscrivere le fiamme che lambivano private abitazioni scongiurando, così, danni ben più gravi.
«In quell’occasione – ha concluso - ho visto la grandezza del cuore della gente che, data la gravità della situazione, si è prodigata in prima persona, senza badare a pericoli, per spegnere i roghi.
«Ma oltre ai sangregoresi ho visto anche la solidarietà degli altri Comuni vicini, della Protezione civile, del Corpo Forestale, dei Vigili del Fuoco, degli agenti della Polizia locale, del Cutgana, insomma di tutti. Non sono mancati momenti eroici e rischiosi».
Hanno ricevuto un encomio la Società Acoset e i guidatori delle autobotti Giovanni Vitale e Gregorio Caruso; il Corpo Forestale, nucleo operativo regionale di Catania; il comandante della Polizia locale di San Gregorio, Umberto Bonaccorso, gli ispettori capo Antonio Scarangella, Provvidenza Currier, Salvo Gulisano, gli agenti Enzo Murgo e Nino Marinetti, il comandante della Polizia locale di Melilli, Claudio Cava; il Cutgana e i dott. Salvo Costanzo, Carlo Parto e Fausto Ronsisvalle. E ancora il sindaco di Valverde, Rosario D’Agata, il Corpo della Polizia locale di Valverde, Francesco Finocchiaro, presidente Altair C.B. Club Valverde e Piero Marchese
vice presidente Misericordia di Valverde.
Un encomio speciale per Claudio Cava e Enzo Murgo per il coraggio e la professionalità con le quali si sono distinti per l’arresto, in flagranza di reato, di un individuo che tentava di portare a termine il furto di un’autovettura sempre nel luglio scorso. Infine una targa è stata consegnata a Francesco Salanitri per la sua attività presepistica.   
 
 
 San Gregorio di Catania 13 aprile 2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 12/04/2018
Titolo A SAN GREGORIO NASCE L’UNIONE EXALLEVI DON BOSCO
Foto
Dettagli
Testo Si è costituita a San Gregorio l’Unione Exallievi di Don Bosco.
L’antica tradizione salesiana di San Gregorio, che parte dal 1894; i principi e i dettami di San Giovanni Bosco, sono stati rinvigoriti da un nutrito gruppo di non più giovani sangregoresi che ha vissuto la propria gioventù presso l’Istituto “Sacro cuore” di San Gregorio.
Per oltre cent’anni, l’istituto ha dato servizi alla comunità sangregorese offrendo formazione religiosa, sportiva e ludico-ricreativa.
Ora, alla presenza di don Roberto Dominici, delegato della nascente Unione, designato dall’ispettoria salesiana che ha operato in passato presso l’Istituto sangregorese; di Giuseppe Puglisi, vice presidente vicario della Federazione ispettoriale sicula degli exallievi, e di numerosi cittadini di San Gregorio, è stato eletto presidente Antonino Sciuto, vice presidente Alfredo Corsaro, segretario Vincenzo Catalano e tesoriere Marcello Pennisi.
La presidenza onoraria è stata conferita ad Agesilao Marinetti (detto Pippo), novantenne decano degli exallievi.
Il gruppo si riunirà ogni mese e proporrà anche iniziative all’esterno dell’Oratorio.
La sede è ubicata in Via Roma 23 ma l’ingresso è accessibile anche da Via Umberto, nella sagrestia della chiesetta del “Sacro Cuore di Gesù” all’interno dell’Oratorio.
«In ogni Casa salesiana esiste un’Unione exallievi – ha sottolineato Giuseppe Puglisi – e anche a San Gregorio è importante averne costituita una. Seguiremo i programmi nazionali per la formazione spirituale e faremo delle attività sociali sempre nello spirito di Don Bosco».
Per l’assessore Carmelo Chiarenza, anch’egli facente parte dell’Unione «oggi vi è la necessità e si sente il bisogno di mettere in atto azioni frutto di formazione cattolica che abbia una missione nella società odierna sempre più distratta e disorientata».     
  
 
 
 San Gregorio di Catania 12 aprile 2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 06/04/2018
Titolo CONSEGNATI I “BONUS GREEN” AGLI STUDENTI MERITEVOLI
Foto
Dettagli
Testo Come incentivare la differenziata CONSEGNATI I “BONUS GREEN” AGLI STUDENTI MERITEVOLI Il Comune di San Gregorio premia i nuclei familiari che conferiscono maggior numero di rifiuti nell’Isola ecologica SAN GREGORIO – Sono stati consegnati quattro bonus di 500 euro ciascuno, due a favore degli scolari dell’Infanzia, primaria e secondaria di 1° grado e due per gli studenti della scuola secondaria di 2° grado, relativi all’anno scolastico 2016/2017, che hanno depositato in discarica materiale differenziato. I bonus vengono conferiti ai nuclei familiari, residenti a San Gregorio, i cui figli rientrano nei suddetti gradi di scuola, che abbiano conferito frazione differenziata in discarica superiore a 300 kg nel periodo aprile-dicembre 2017. Si sono aggiudicati il “bonus” Arianna Sciuto di otto anni, seconda elementare dell’Istituto comprensivo “San Domenico Savio” di San Gregorio il cui nucleo familiare ha conferito differenziata per l’ammontare di 3.429,10 kg; Aurora Ronsisvalle, primo anno Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Catania con 1.747,40 kg; Denis D’Amico, 14 anni, 2° anno superiore Liceo scientifico “Galileo Galilei” di Catania con 1.436,10 kg e Matilde Guglielmino, 8 anni, terza elementare, Istituto “Giuseppe Parini” di Catania con 1.189,70 kg. I “bonus” potranno essere spesi per l’acquisto di pc/tablet; iscrizione ad un corso di lingue/formazione; vacanza studio; tirocini/stage, ecc. «Un premio per ben educare. Educare anche a spendere i bonus che - come ha sottolineato il sindaco, Carmelo Corsaro, durante la cerimonia di premiazione - dovranno essere spesi per acquisti volti al miglioramento dell’educazione dello studente. I bonus green verranno erogati in due tranche, la prima in misura del 50 per cento dell’importo e la seconda a fronte della presentazione della documentazione di spese effettuate». Durante la consegna presente anche l’assessore per la Pubblica istruzione, Ivan Albo: «Sono molto soddisfatto – ha commentato l’assessore – per l’esito del concorso al quale partecipano sempre più cittadini; l’aspetto più importante di questa operazione è quello culturale mirato alla sensibilizzazione verso la differenziata che partendo dai più piccoli permette di educare i più grandi». Il sindaco, Corsaro, ha ricordato, infine «che tutti coloro che conferiscono nell’Isola ecologica vedranno riconosciuto il loro impegno nella bolletta che sarà sgravata, in percentuale, in base al peso del materiale conferito». San Gregorio di Catania 06 aprile 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 01/04/2018
Titolo Rientro sulla #Terra della stazione spaziale cinese #Tiangong1
Foto
Dettagli
Testo erraferma, sono assai rari. Pertanto non esistono comportamenti di autotutela codificati in ambito internazionale da adottare a fronte di questa tipologia di eventi.

Norme di #autoprotezione:
http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/norme_autoprot_tiangong.wp
 
Data 19/03/2018
Titolo SAN GREGORIO ABBRACCIA ELENA.
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO ABBRACCIA ELENA.
UNA MAREA DI GENTE ACCOGLIE LA GIOVANE SANGREGORESE
VINCITRICE DI SANREMO YOUNG
 
 
SAN GREGORIO – Una cerimonia informale ma assai densa di significato.
Una dimostrazione di affetto e di stima nei confronti di Elena Manuele, vincitrice della prima edizione di Sanremo Young, che è stata letteralmente travolta dai teenagers suoi fans e da tutti i suoi concittadini domenica mattina all’uscita della chiesa madre dopo la santa messa.
Con palloncini gialloblù, i colori del Comune di San Gregorio, una folla di sangregoresi, sindaco in testa, ha voluto abbracciare la sedicenne cantante di Sanremo Young che ha “rapito” i cuori di icone dello spettacolo italiano come Gino Paoli, Marco Masini, Iva Zanicchi, Pippo Baudo portando a casa la Palma d’oro sanremese che ha fatto sognare tantissimi cantanti italiani.
Accompagnata da papà Carmelo, dalla mamma Alfina e dalla sorella Carla, Elena è stata “accerchiata” da una marea di affetto già sull’altare della chiesa madre, dopo che il parroco, don Ezio Coco, aveva espresso parole di elogio nei suoi confronti in una chiesa gremita di fedeli.
All’uscita, il sindaco, Carmelo Corsaro, insieme all’assessora alla Cultura, Marilena Caruso e l’assessore ai Servizi sociali, Seby Sgroi, numerosi consiglieri e tantissimi sangregoresi ha organizzato un brindisi nell’attiguo oratorio di piazza Marconi.
«Sono felicissimo – ha commentato emozionato il sindaco Corsaro – per Elena e per la nostra collettività. È certo un orgoglio per la nostra cittadina dal momento che la ragazza ha calcato il palcoscenico Tempio della canzone italiana nel mondo vincendo l'edizione».
Emozionatissima Elena ha vissuto momenti di celebrità firmando autografi senza sosta e posando per centinaia di foto. Un momento emozionante è stato quando tra la folla Elena ha intravisto la maestra Stefania Privitera, oggi direttore d’orchestra e di coro, colei che per prima le ha insegnato a muovere le mani sulla tastiera del pianoforte.
Per papà Carmelo, ora anche tutor manageriale, ricordiamo che la ragazza è minorenne, ha ringraziato il parroco, il sindaco e la comunità: «Elena – ha dichiarato – nonostante la sua giovane età ha dimostrato di essere una ragazza matura; ha affrontato prove impegnative sia dal punto di vista psicologico sia fisico».
  
    
  
 San Gregorio di Catania 19 marzo 2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 19/03/2018
Titolo Progetto Erasmus alla “San Domenico Savio”
Foto
Dettagli
Testo
LA SALUTE PSICO-FISICA INNANZITUTTO.
COME CONOSCERE UN SANO STILE DI VITA
Progetto Erasmus alla “San Domenico Savio” coordinato dalla "Keskustan Alakoulu", Finlandia
 
 
L'Istituto comprensivo "San Domenico Savio", diretto da Daniela Fonti, ha in atto il progetto Erasmus+ A219: "HEART@HEALTHY.LIFE" in rete con le scuole: "Keskustan Alakoulu", Finlandia, scuola coordinatrice, "Primary school Palaifytoy", Grecia, "Zespol Szkol n.3", Polonia e "CEIP Los Califas", Spagna.
Il progetto, coordinato dai docenti Corrado Mambelli e Santa Tricomi, la cui finalità è la salute psico-fisica e l'apprendimento di un sano stile di vita, è indirizzato agli studenti delle classi seconde di scuola secondaria di primo grado.
Dal 19 al 24 marzo 2018 si svolgerà il secondo meeting di progetto all’interno della scuola.
Mercoledì 21 marzo gli studenti provenienti dalla Finlandia, alle ore 9,30, saranno accolti dal sindaco, Carmelo Corsaro, dall’assessore alla Pubblica istruzione, Ivan Albo, dall’assessora alla Cultura, Marilena Caruso e da altre autorità, nell’aula consiliare del palazzo di Città.
L’iniziativa prevede lo sviluppo di attività che mirino alla valorizzazione del benessere in tutti gli aspetti della vita, in quanto esso offre migliori premesse all'apprendimento e la condivisione delle stesse con gli studenti dei paesi partner.
All'interno dei due anni di sviluppo del programma sono previsti corsi di formazione per docenti presso le scuole della Grecia e della Spagna, la Finlandia e la Polonia e mobilità di studenti presso l’Istituto “Savio”.
Nei giorni che trascorreranno in San Gregorio, gli studenti parteciperanno ad alcune lezioni in classe. Attraverso diapositive in Power-Point presenteranno la propria scuola, città e Paese ai partner,  svolgeranno attività inerenti all'educazione alla salute e quella alimentare.
Sono previste visite ai luoghi di interesse ambientale, artistico e turistico, come la Riserva naturale “Immacolatelle e Micio Conti” di San Gregorio, la Tenuta Serravalle di Mineo, l'Etna e Taormina, ma soprattutto vivranno all'interno delle famiglie ospitanti conoscendo e condividendo usanze, costumi, abitudini alimentari.
 
      
 San Gregorio di Catania 19 marzo 2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 06/03/2018
Titolo APP DEL COMUNE PER EDUCARE I GIOVANI ALL’UTILIZZO DEGLI SMARTPHONE
Foto
Dettagli
Testo

 SAN GREGOIRO – Il Comune di San Gregorio ha lanciato un App per organizzare e informare la cittadinanza attiva ed educare i ragazzi all’utilizzo degli smartphone.

L’assessorato all’Istruzione ha organizzato e tenuto, per questo motivo, due incontri insieme a degli esperti della Grow App con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado dei due istituti sangregoresi, la “Purrello” e la “Savio”, per parlare di web, smartphone e mondo reale oltre lo schermo.

«Il fine pedagogico dell’iniziativa – ha spiegato il vice sindaco e assessore alla Istruzione Ivan Albo – è quello di educare i giovani ad alzare lo sguardo dagli smartphone per non esserne dipendenti e coglierne solo la loro utilità. Abbiamo presentato quest’App istituzionale – ha continuato Albo - ritenendola un momento di formazione scolastica e di democrazia partecipata con i più piccoli ed avveduti cittadini».

Durante i due incontri, infatti, l’amministrazione comunale ha interagito coi ragazzi, ascoltando la loro idea di città e spazi da vivere. Non solo. I cittadini, futuri e attuali, potranno fornire, grazie a questa nuova tecnologia, segnalazioni agli amministratori direttamente da casa propria o passeggiando per la città di San Gregorio in tempo reale.

Insomma i luoghi di interesse, i professionisti della zona, le attività commerciali, gli eventi pubblici ed iniziative private o servizi comunali saranno tutti a portata di tablet.

«Smartphone come strumento di utilità ma non di assorbimento sociale – ha concluso il vice sindaco Albo - con sana provocazione ho suggerito ai ragazzi di imparare ad annoiarsi alzando la testa e guardando oltre lo schermo per apprezzare la compagnia degli amici e degli ambienti sangregoresi che vorrebbero migliorare».

Parole di elogio per l’iniziativa anche dalle presidi dei due Istituti scolastici, Daniela Fonti della “Savio” e Gisella Barbagallo della “Purrello” che hanno presentato l’iniziativa insieme agli altri relatori.

«Il nostro obiettivo – ha commentato soddisfatto il sindaco, Carmelo Corsaro – è quello di educare alla strumentalità degli smartphone i giovanissimi per allontanarli dalla loro dipendenza».

San Gregorio di Catania 06 marzo 2018

Alfio Patti
Ufficio Stampa

SCARICA L'APP ----> https://play.google.com/store/apps/details?id=com.goodbarber.iltuocomune1

Data 01/03/2018
Titolo LE ORIGINI DELL’ISLAM NEL LIBRO DI MAURO CRISAFULLI
Foto
Dettagli
Testo LE ORIGINI DELL’ISLAM NEL LIBRO DI MAURO CRISAFULLI SAN GREGORIO - Sabato 3 Marzo alle ore 18 presso l'Auditorium "Carlo Alberto Dalla Chiesa" di San Gregorio si terrà la presentazione del libro di Mauro Crisafulli dal titolo “As-Salam Alekum” – L’Islam: dalle origini al conflitto di civiltà. Relatore l'imam della moschea di Catania Kheit Abdelhafid. Introdurrà la serata il consigliere comunale Massimo Paternò. Moderatore Giusy Marraro. Sarà presente l’autore. Ingresso libero. San Gregorio di Catania 01 marzo 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 28/02/2018
Titolo LA CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI SAN GREGORIO HA COMPIUTO 20 ANNI.
Foto
Dettagli
Testo LA CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI SAN GREGORIO
HA COMPIUTO 20 ANNI.
 
SAN GREGORIO – Domenica scorsa nella gremita chiesa madre di San Gregorio cittadini, autorità, e volontari hanno preso parte alle celebrazioni, eseguite dal parroco, don Ezio Coco, per il ventennale delle attività dell’associazione di volontariato sul territorio.
In occasione delle festività si è svolto il rito della “vestizione”, momento che esprime il passaggio dal periodo di “aspirantato” a quello dell’effettiva entrata nel sodalizio di un volontario che diviene “Confratello di Misericordia” a tutti gli effetti.
Concepita da un gruppo di volontari nel lontano settembre del 1997 la Misericordia di San Gregorio venne costituita nel febbraio del 1998. Parroco di allora don Domenico Maiolino.
Primo governatore fu Filippo Sciuto che in questa occasione ha ricevuto un attestato di stima, da parte di tutti i volontari, consegnato dall’attuale governatore, Rosario Vaccaro che nel suo intervento ha così dichiarato: «Sono stati vent’anni intensi – ha detto. Abbiamo sacrificato volentieri parte della nostra vita in quanto il volontariato richiede dedizione a favore degli altri. Siamo stati gratificati dai risultati».
La prima autoambulanza fu acquistata nel 1999 con gli aiuti dei cittadini e dell’allora Amministrazione comunale. Oggi la Misericordia di San Gregorio conta due autoambulanze, due automobili e una settantina di volontari.
Da sei anni la Confraternita è ospite dell’Istituto salesiano “Sacro Cuore” ma a presto passerà a nuovi locali messi a disposizione del sindaco Carmelo Corsaro che nel suo intervento ha sottolineato come «La Misericordia a San Gregorio – ha detto – è il risultato della cultura del sangregorese votato al volontariato grazie anche alla ultra centenaria presenza dei salesiani sul territorio. Abbiamo ritenuto giusto dotare i volontari di una nuova sede che è stata individuata, e che a presto sarà consegnata, nei locali di Via Carlo Alberto».
Sono diventati confratelli, grazie alla vestizione: Rosario Vaccaro, Filippo Sciuto, Anna Anastasio, Nico Balsamo, Alfredo Pennisi, Gregorio Catalano, Francesca Barbagallo, Gerolamo Lo Monaco, Paola Maggiore, Vincenzo Scuto e Giovanna Pennisi.
Diversi sono stati gli interventi che hanno visto protagonisti questi validi volontari. Fra i tanti il terremoto di Santa Venerina nel 2001, la successiva eruzione dell’Etna, il terremoto de L’aquila nell’aprile del 2009.
Da diversi anni organizza Corsi di primo soccorso e progetti per il Servizio civile per i giovani.
 
  
 San Gregorio di Catania 28 febbraio 2018
 
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 26/02/2018
Titolo POSTE ITALIANE E COMUNE INSIEME PER DARE UN SERVIZIO IN PIÙ AI CITTADINI DELLA ZONA SUD DI SAN GREGORIO
Foto
Dettagli
Testo

POSTE ITALIANE E COMUNE INSIEME PER DARE UN SERVIZIO IN PIÙ AI CITTADINI DELLA ZONA SUD DI SAN GREGORIO

SAN GREGORIO – Anche gli abitanti della zona sud di San Gregorio potranno avere, a partire da lunedì 5 marzo, un servizio postale importante che eviterà loro di arrivare all’ufficio delle Poste a San Gregorio “centro” per ritirare oggetti a firma inesitati.

Infatti, per evitare ai propri concittadini della zona “Ville del Poggio” e Cerza di arrivare allo sportello dell’ufficio postale di San Gregorio per ritirare oggetti a firma inesitati come raccomandate, assicurate, atti giudiziari, il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, ha fatto richiesta all’Amministrazione postale di poter indirizzare questo servizio nel vicino ufficio Poste di piazza Tivoli, ricadente nel Comune di Tremestieri Etneo.

«In riferimento alla richiesta dell'Amministrazione comunale di San Gregorio, nella persona del sindaco Carmelo Corsaro – ha spiegato Poste Italiane -; valutate le motivazioni e considerato il grosso numero di clienti interessati, abbiamo apportato tutte le modifiche tecniche in supporto al buon andamento dell'operazione».

Da giorno 5, dunque, chi dovrà ritirare una raccomandata, un’assicurata o altro inesitato non dovrà più salire in paese.

«Abbiamo cercato di dare un altro servizio nella zona sud della cittadina – ha detto Corsaro – per renderla sempre meno dipendente dal centro del paese. Dopo la Delegazione comunale, infatti, il cartello luminoso, ora abbiamo pensato di togliere il “fastidio” ai cittadini di salire in paese evitando loro di perdere tempo prezioso durante la giornata.

Le vie assistite che rientrano nel servizio sono: Adige, Brenta, Giacomo Manzù, Giorgio De Chirico, Giorgio Morandi, Isonzo, Marco Polo, Piave, Renato Guttuso, Sciarone, Sgroppillo, Simeto, Tevere, Ticino, Umberto Boccioni, Della Pace, Amerigo Vespucci, Cristoforo Colombo, Ferdinando Magellano, Umberto Nobile,XX Settembre e Vico di contrada Cerza.

San Gregorio di Catania 26 febbraio 2018

Alfio Patti

Ufficio Stampa

Data 20/02/2018
Titolo Elena Manuele pronta a sostenere la seconda prova a Sanremo Young
Foto
Dettagli
Testo
L’Amministrazione comunale di San Gregorio, sindaco in testa, rinnova alla giovane Elena, 15 anni, l’augurio e il classico “in bocca al lupo!” affinché superi anche la seconda prova.
«Mi auguro che i nostri concittadini sostengano anche questa volta, con il televoto, Elena Manuele, - ha commentato il primo cittadino Carmelo Corsaro -, che ci ha inorgoglito la scorsa settimana con una perfomance straordinaria che le ha permesso di piazzarsi in 5ª posizione su 12 concorrenti».
Elegante, sobria e raffinata l’interpretazione di Elena Manuele ha raccolto plausi da più fronti.
Col brano di Franco Battiato (Battiato-Sgalambro), “La cura”, eseguito al pianoforte, ha incantato la giuria tecnica dell’Academy.
«Questa ragazza è posseduta da un angelo» ha esclamato Paolo Bonolis, che ha avuto un ruolo di particolare giurato, dopo aver ascoltato Elena; e Marco Masini, giurato tecnico, ha dichiarato: «Tu sei l’unica che mi ha emozionato».
Altra soddisfazione per la giovane Elena Manuele è stata la testimonianza di stima da parte degli altri concorrenti che l’hanno votata facendole guadagnare un posto in più in classifica.
Si dice: “Chi ben comincia è a metà dell’opera” e lo si dice quando iniziando un percorso si muovono i primi passi nella giusta direzione.
E i primi passi di Elena Manuele sono stati quelli del successo e dell’affermazione.

San Gregorio di Catania 20 febbraio 2018

Alfio Patti
Ufficio Stampa
Data 15/02/2018
Titolo DIMINUZIONE ALIQUOTA IRPEF
Foto
Dettagli
Testo GRAZIE AL LAVORO DELLA 2ª COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE SAN GREGORIO – L’Amministrazione comunale di San Gregorio ha introdotto delle novità riguardo all’addizionale Irpef abbassando l’aliquota per la seconda fascia dei contribuenti. L’iniziativa è stata votata all’unanimità dal consiglio comunale ma a seguito di un intenso lavoro condotto dalla seconda Commissione consiliare permanente. Per questo motivo, a precisazione di quanto pubblicato in merito alla diminuzione Irpef, i consiglieri Gabriella Greco e Franco Camerano sottolineano che «la seconda Commissione consiliare permanente, formata da Nunzio Pedalino, presidente, Gabriella Greco, vice presidente, Franco Camerano, Paolo Schilirò e Natale Cosentino, componenti, ha lavorato unita con la collaborazione del capo area Roberto Avellino per riuscire ad ottenere un risultato che potesse agevolare i contribuenti. «La stessa Commissione ha lavorato alacremente per tutte le attribuzioni di competenza andando al di là delle collocazioni politiche, ma tenendo presente esclusivamente il bene dei cittadini, cosa di cui non tutti si interessano». San Gregorio di Catania 15 febbraio 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 12/02/2018
Titolo DIMINUISCE LA PRESSIONE FISCALE
Foto
Dettagli
Testo IL COMUNE DI SAN GREGORIO DIMINUISCE LA PRESSIONE FISCALE Operazione di diminuzione della pressione fiscale da parte dell’Amministrazione Corsaro segnale di particolare attenzione alle esigenze delle famiglie in questo momento di crisi. SAN GREGORIO - L’Amministrazione comunale di San Gregorio ha introdotto delle novità riguardo all’addizionale Irpef abbassando l’aliquota per lo scaglione fino a 28.000 euro confermando il principio di progressività applicato agli scaglioni di reddito stabiliti ai fini Irpef dalla legge statale. Un’operazione condivisa dal consiglio comunale che, nell’ultima seduta consiliare, ha votato all’unanimità la modifica del regolamento per l’applicazione dell’addizionale comunale Irpef. Intenso il dibattito in aula che ha visto intervenire anche il consigliere Paolo Schilirò, che ha proposto l’atto deliberativo con la collaborazione del consigliere Natale Cosentino e l’approvazione della commissione consiliare. «Si tratta di una misura importante che abbiamo concordato con il sindaco, Carmelo Corsaro, alla luce di una difficoltà economica crescente per le famiglie – ha dichiarato Paolo Schilirò nell’illustrare il provvedimento – L’Amministrazione Corsaro – ha continuato – ha così alleggerito la pressione fiscale relativamente a questa imposta e al contempo ha confermato le altre aliquote secondo un principio di maggiore equità, per cui chi ha di più paga di più». Soddisfatto il primo cittadino Corsaro che ha così sottolineato: «Crediamo che questa operazione possa costituire un aiuto in più ai cittadini in un momento così critico per l’economia e quindi per i loro bilanci familiari. Un tassello in più che fa sentire le istituzioni vicine alle fasce più deboli». Con la modifica del regolamento dell’addizionale Irpef comunale viene confermata l’esenzione fino alla soglia del 15.000 euro e si conferma un’aliquota che cresce progressivamente in base al reddito annuo. San Gregorio di Catania 12 febbraio 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 07/02/2018
Titolo LA SANGREGORESE ELENA MANUELE A “SANREMO YOUNG”
Foto
Dettagli
Testo

LA SANGREGORESE ELENA MANUELE A “SANREMO YOUNG”
IL 16 FEBBRAIO SU RAIUNO

SAN GREGORIO – È sangregorese doc una dei 12 concorrenti che parteciperanno a “Sanremo Young” condotto da Antonella Clerici a partire dal 16 febbraio su RaiUno.
Si tratta di Elena Manuele, 15 anni, innamorata del canto sin da bambina e che frequenta il Liceo Linguistico Galileo Galilei di Catania.
È stata selezionata tra mille partecipanti, in prevalenza femminili, da una giuria composta da Antonella Clerici, dal maestro Diego Basso e dal direttore artistico Gianmarco Mazzi.
Solo dodici ragazzi, tra i 14 e i 17 anni prenderanno parte ogni venerdì, per cinque serate, dal 16 febbraio al 16 marzo, a questa prima edizione di “Sanremo Young”.
I nomi dei 12 partecipanti saranno resi noti ufficialmente da Antonella Clerici il 10 febbraio, giorno conclusivo del 68° Festival di Sanremo.
«Ho iniziato a cantare a 12 anni seguita dalla maestra Agata Reale – ha spiegato la giovane esordiente -, la selezione è avvenuta a Roma, nei locali di Cinecittà, e l’impatto con questo tempio del cinema italiano mi ha fortemente emozionata, anche perché stavo per presentare un brano che ho eseguito accompagnandomi al pianoforte e che poteva essere un’arma a doppio taglio, il pezzo invece ha colpito molto. E’ stata un’esperienza bellissima, la mattina dopo non credevo ancora alla notizia di essere entrata nella la rosa dei 12. Spero di continuare su questo percorso – ha concluso Elena Manuele - che mi emoziona tanto. Certo occorre tanta tenacia e tanta umiltà, spero di rimanere sempre coi piedi per terra».
La parola chiave di Elena è “determinazione” e determinata la giovane artista lo è.
Quando papà Carmelo e mamma Alfina non credettero dapprima alle sua vocazione canora indirizzandola alla danza, la giovane Elena non ha mollato ed è arrivata a coronare il suo primo sogno tra musica e canto.
Elena non ci ha svelato il titolo del brano che eseguirà, rigorosamente live, ma sappiamo che è di Franco Battiato.
I 12 giovani cantanti si esibiranno tutti nella prima serata e poi saranno eliminati due partecipanti per sera attraverso meccanismi di voto ad eliminazione per mezzo di una giuria del Teatro Ariston e del televoto.
«La cittadinanza è tutta con Elena Manuele – ha commentato entusiasta il sindaco Carmelo Corsaro – sosterremo la nostra giovane concittadina col televoto. È un orgoglio e un piacere vedere una sangregorese in manifestazioni così importanti».

San Gregorio di Catania 07 febbraio 2018

Alfio Patti
Ufficio Stampa

Data 07/02/2018
Titolo FAKE NEWS A SAN GREGORIO
Foto
Dettagli
Testo

 A seguito dell’articolo apparso nella rubrica “Lo dico a la Sicilia” di martedì 6 febbraio, dal titolo “A San Gregorio strisce pedonali rifatte a metà per colpa di un’auto in sosta: perché non rimuoverla?”, il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, intende precisare quanto segue:

SAN GREGORIO – «Siamo alle solite, soprattutto ora che ci apprestiamo alle elezioni amministrative; la strumentalizzazione a fini elettorali si fa più evidente.
Dopo un’accurata indagine, svolta nella giornata di oggi insieme a personale della ditta che nei giorni scorsi ha tracciato segnaletica orizzontale sul territorio e ad agenti della Polizia locale, non abbiamo riscontrato nessuna irregolarità indicata nelle foto pubblicata.
Tra l’altro il fimatario/a della lettera, M. Scandurra non cita il nome della strada, proprio perché né la foto, né il fatto, riguarda il nostro territorio. Dalla foto si evince che la strada in questione non appartiene a San Gregorio.
Con questa notizia falsa, che oggi si chiama “fake news”, la scrivente o lo scrivente, (non si consoce non solo il nome della la strada ma nemmeno il nome dell’autore), ha leso l’immagine dell’attività Amministrativa del Comune ma soprattutto la serietà e la professionalità della ditta appaltatrice, ridicolizzandola.
Per questo motivo denunzieremo, dopo che il quotidiano ci avrà dato le generalità della/o scrivente (perché è chiaro che non si pubblica una notizia senza avere i riferimenti del mittente, non è deontologico né professionale) l’autore per diffamazione a mezzo stampa».

San Gregorio di Catania 06 febbraio 2018

Alfio Patti
Ufficio Stampa

Data 25/01/2018
Titolo AGATA E PIPPO, CINQUANT’ANNI INSIEME
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO – I sangregoresi Agata Pennisi e Pippo Russo hanno festeggiato i loro 50 anni di matrimonio. Lei conosciuta come la Maestra Agatina, innamorata del suo lavoro di insegnante che ha svolto fino a sei anni fa; lui ragioniere in pensione, camperista attivo e vice presidente della locale Associazione Fratres. Dal loro matrimonio sono nati tre figli. A festeggiare insieme a loro anche i quattro nipoti. Il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, insieme all’assessore ai Servizi Sociali, Seby Sgroi, ha consegnato un attestato ricordo e un omaggio floreale a ricordo dell’Amministrazione comunale. «Sono cinquant'anni di unione, di aiuto e di reciproco amore – hanno commentato Agata e Pippo – accompagnati da momenti belli e brutti, ma con l’aiuto del Signore sempre superati». San Gregorio di Catania 25 gennaio 2017 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 23/01/2018
Titolo SANGREGORIO, ECCO IL TAXI SOCIALE SERVIZIO PER ANZIANI E SOGGETTI CON DISABILITÀ
Foto
Dettagli
Testo SAN GREGORIO - È stato inaugurato domenica 21 gennaio, il "Taxi sociale", il servizio di trasporto rivolto agli anziani e ai soggetti con disabilità sangregoresi i quali, privi di mezzi e assistenza familiare, potranno raggiungere le strutture private e pubbliche sanitarie e riabilitative specialistiche. «Per i sangregoresi questo è un evento molto importante, che mi onoro di rappresentare con tanto orgoglio nella qualità di assessore, ma sopratutto da sangregorese - dichiara l'assessore ai Servizi sociali, Sebastiano Sgroi. «In questi cinque anni con l'Amministrazione Corsaro abbiamo lavorato intensamente con serio impegno e forte senso di appartenenza al territorio, al fine di offrire ai concittadini il meglio dei servizi socio assistenziali. Il servizio del "Taxi sociale" è stato possibile grazie al progetto "Mobilità garantita", promosso dal nostro assessorato alle Politiche sociali insieme all'Associazione onlus "Anffas Catania" e a cura della "Pmg Italia Spa"». Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro, presente alla cerimonia di consegna «il nostro Comune è all’avanguardia per quanto concerne i Servizi sociali – ha detto -; sin dal mio insediamento abbiamo lavorato affinché le fasce più deboli potessero usufruire di tutte le leggi del settore e laddove non sono stati più confermati fondi da Enti superiori abbiamo integrato con fondi comunali». Sgroi ha poi ringraziato le attività commerciali locali, «che nonostante il disagio economico, hanno dimostrato tanta sensibilità e generosità nel sostenere il progetto». L'assessore, infine, ha ringraziato tutti i presenti alla cerimonia, «i nostri cari concittadini, il paraolimpionico e campione d'Italia di tennis da tavolo, Raimondo Alecci, Testimonial dell'evento, il parroco don Ezio Coco, il Comandante dei Carabinieri, il comandante della Polizia municipale, il maestro Giuseppe Scavo ed il Corpo bandistico di San Gregorio di Catania, le Associazioni culturali e di volontariato, Misericordia e Fratres, la presidente dell'Associazione “Anffas Onlus” di Catania, Cristina D'Antrassi, la Pmg Italia Spa nelle persone dei responsabili del progetto Mobilità garantita Fiorella Rotatori e Delfo Toscano. San Gregorio di Catania 23 gennaio 2017 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 13/01/2018
Titolo CENTRO INTRATTENIMENTI CONFISCATO:
Foto
Dettagli
Testo  
CENTRO INTRATTENIMENTI CONFISCATO:
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE RIVOLGE UN PARERE LEGALE ALL’UNIVERSITÀ DI CATANIA.
 
È lottizzazione abusiva ma i reati sono prescritti. A dirlo la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza dello scorso maggio 2016, ma non per questo anche i diritti civili al risarcimento per il Comune di San Gregorio di Catania e il provvedimento di confisca dell’intero manufatto.
 
All’indomani dalla decisione della Cassazione che ha posto definitivamente la parola fine alla vicenda legata all’erigendo Centro Intrattenimenti della Sofocle di Puglisi Cosentino, si sono mosse le prime domande, legittime, su quali saranno le prospettive ed il futuro di quel grande manufatto costruito, oramai quasi completo, all’ingresso di San Gregorio.
A chiederselo innanzitutto i protagonisti di questa vicenda che ne seguirono e contestarono le modalità costruttive sin dai primi momenti «Con l’avvocato Ricciardolo e con l’amico Anastasio – ha dichiarato l’assessore Ivan Albo - ci interrogammo presto soprattutto sulla viabilità legata attorno a quella imponente costruzione che avrebbe dovuto accogliere centinaia di auto e persone al giorno congestionando la già nota collina c.d. “del disonore”. Preoccupazioni che svelarono una lottizzazione abusiva oggi accertata dai giudici Penali».
Era il 2011 quando il processo penale percorreva i primi passi di una tormentata vicenda giudiziaria che si è conclusa confermando le preoccupazioni che in quella costruzione qualcosa era stato abusato.
 
«Il territorio di San Gregorio avrà diritto ad un importante risarcimento economico – ha continuato  il vice Sindaco ed avvocato penalista Ivan Albo - perché all’epoca da consigliere di opposizione mi sono costituito in giudizio in favore dei sangregoresi. Sono soddisfatto perché pretenderemo il risarcimento affinché il territorio non resti in preda al nulla come accaduto altrove».
Ma legati alla vicenda giudiziaria, in considerazione dei numerosi aspetti trattati in sentenza, adesso sono diversi gli elementi giuridici che andranno chiariti ed esaminati per capire bene cosa fare del manufatto abusivo.
Per queste ragioni l’Amministrazione guidata dal Sindaco Carmelo Corsaro con delibera di Ginta n. 1 del 9 gennaio scorso ha demandato all’Università degli Studi di Catania il compito di redigere parare legale «Una convenzione con l’Università ci consente di rivolgerci ad un ente terzo, disinteressato ed altamente specializzato perché ci esprima un parere legale – ha spiegato il Sindaco Corsaro -  che risolva i temi giuridici di varia natura in campo così da far chiarezza laddove saremo chiamati alle scelte politiche. L’obiettivo salvare il salvabile per tutelare il territorio, affermare prospettive lavorative e non scongiurare un futuro di sviluppo per San Gregorio che da quella struttura si intendeva e che vogliamo ancora oggi si possa e debba costruire».
La palla allora passa ai professori dell’Ateneo catanese che districandosi tra le varie specializzazioni, dovranno fornire all’Amministrazione del Sindaco Corsaro le basi per impegnare la migliore soluzione politica percorribile.
«Non ammettiamo cattedrali incompiute nel nostro splendido territorio – ha concluso il dott. Corsaro - porteremo l’impegno fino in fondo per tutelare San Gregorio e le aspettative di sviluppo dei nostri cittadini».
 
San Gregorio di Catania 13 gennaio 2017
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 12/01/2018
Titolo “BENGASI 1929”, STORIA DI UNA PROFUGA DI GUERRA
Foto
Dettagli
Testo “BENGASI 1929”, STORIA DI UNA PROFUGA DI GUERRA
«MESSAGGIO DI SPERANZA PER COLORO CHE CERCANO ASILO»
 
 
 
SAN GREGORIO – “Bengasi 1929. Elvira: il mio cuore libico”. Questo il titolo del libro col quale Sergio Porcarelli, racconta una vita e un periodo in cui gli italiani residenti in Libia fuggirono dal paese magrebino per giungere in Sicilia.
Era il 1941 e la seconda guerra mondiale era nel pieno della belligeranza. Protagonista Elvira Sciacca, la madre di Porcarelli che nel libro racconta quanto difficile e rocambolesco fu il suo viaggio per raggiungere la vicina terra italiana.
Per l’autore, che oltre alle testimonianze della madre ha condotto una ricerca documentale durata sette anni, «le difficoltà incontrate da mia madre e da tanti profughi per arrivare in Sicilia – ha detto – somigliano, per certi versi, a quelle che incontrano i migranti di oggi».
La differenza, però, è che Elvira Sciacca, oggi 87enne, lascia la Libia in guerra in aereo per arrivare in Sicilia, anch’essa in guerra all’età di 11 anni dove vivrà gli eventi dei bombardamenti e dello sbarco del 1943 delle Forze alleate.
Le finalità del libro, che è già stato ampiamente valorizzato al punto da essere inserito nel Patrimonio Documentale dello Stato (Polo Bibliotecario Parlamentare della Camera dei Deputati e del Senato, Palazzo San Macuto, Roma, è quella di «mandare un messaggio di speranza – ha sottolineato Elvira Sciacca che oggi vive a San Gregorio – per tutte quelle persone che affrontano le difficoltà della guerra e cercano rifugio e asilo altrove; io sono una testimonianza vivente».
Il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, ha espresso parole di elogio per il suo concittadino che ha già ricevuto tanti riconoscimenti per il lavoro svolto.
«La memoria è un valore importante – ha detto il primo cittadino sangregorese – è necessaria per non dimenticare sia le cose belle della tradizione ma soprattutto quelle che hanno segnato popoli interi nel corpo e nell’anima, e che purtroppo continuano ad accadere ancora oggi in Paesi a noi vicini».
  
 
 
San Gregorio di Catania 12 gennaio 2017
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa
Data 10/01/2018
Titolo A PIPPO MARINETTI UN RICONOSCIMENTO NEL SUO 90° COMPLEANNO
Foto
Dettagli
Testo A PIPPO MARINETTI UN RICONOSCIMENTO NEL SUO 90° COMPLEANNO «Al suo impegno viene riconosciuta la rinascita a vita sociale e religiosa del quartiere “Radiusu” e le attività della chiesetta di Sant’Antonio» SAN GREGORIO – Un singolare riconoscimento è stato conferito al sangregorese Agesilao Marinetti (detto Pippo) in occasione del suo 90° compleanno. La motivazione del meritato attestato di benemerenza recita così: «Per il suo impegno filantropico nei confronti della comunità sangregorese. A lui dobbiamo la rinascita a vita sociale e religiosa del quartiere “Radiusu”e le attività della chiesetta di Sant’Antonio». A conferire l’attestato è stato il sindaco, Carmelo Corsaro, accompagnato dall’assessore ai Servizi Sociali, Seby Sgroi, dal presidente del Consiglio comunale, Salvo Cambria e dal consigliere comunale Giovanni Zappalà. Di fatto Marinetti ha sempre avuto un grande amore verso la sua cittadina, riconosciuto da tutti i sangregoresi, e grande generosità verso iniziative sociali e religiose. «Tutto ciò che faccio – ha spiegato Pippo Marinetti – lo faccio col cuore. Alla mia età ora vivo di gratificazioni che mi arrivano da tutta la gente. Ho seminato e già da tempo raccolgo i frutti che sono quelli dell’amore e della fratellanza; del rispetto e dell’amicizia». Per anni il quartiere “Radiusu” e la sua chiesetta di Sant’Antonio erano rimasti senza attività, né sociali né religiose. L’impegno di Marinetti nel coinvolgere i salesiani, il Comune e i cittadini, dando per primo l’esempio sia personale che economico, ha fatto sì che la chiesa si riattivasse e i fedeli frequentassero sempre in modo più assiduo e numeroso le cerimonie religiose e il quartiere. Il filantropo Marinetti, inoltre, ha rinvigorito e valorizzato la festa del Santo in giugno facendo ripristinare la processione e la celebrazione in Piazza Sant’Antonio della “Radiusu” con grande affluenza di cittadini che hanno riscoperto, così, una parte della loro storia e della loro fede. Nel 1954, Pippo Marinetti, si imbarca come Ufficiale su navi mercantili che lo portano in giro per il mondo. Vi rimarrà per lunghi cinque anni senza fare mai ritorno in Italia e quindi neppure a casa, rischiando quella che in gergo marinaresco viene definita la “malattia del ferro”. Il 12 settembre del 1962 sposa Rosa Lo Faro dalla quale avrà tre figli, Andrea, Nino e Daniele. Proprio loro, insieme al nipote Giuseppe e la nuora Rosanna hanno festeggiato il suo 90° genetliaco a San Gregorio dove vive. San Gregorio di Catania 10 gennaio 2017 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 07/01/2018
Titolo LA CHIESA DELL’IMMACOLATA AL PIANO ORA È SOTTO LA “TUTELA” DEGLI STUDENTI DELLA “PURRELLO”
Foto
Dettagli
Testo LA CHIESA DELL’IMMACOLATA AL PIANO ORA È SOTTO LA “TUTELA” DEGLI STUDENTI DELLA “PURRELLO” Consegnato simbolicamente l’edificio SAN GREGORIO – Gli studenti della 3ª C di scuola secondaria di primo grado dell’Ic “Michele Purrello” di San Gregorio sono diventati custodi della Chiesa dell’Immacolata al Piano. Grazie al concorso “La Scuola adotta un Monumento”, indetto dal Miur e dal Ministero dei Beni Culturali, i ragazzi si sono aggiudicati “l’onore e l’onere” di tutelare la Chiesa testimone dei loro giochi nell’attigua piazza ma anche monumento importante della storia sangregorese. La chiesa dell’Immacolata, infatti, fu costruita nel 1750 ma la sua importanza deriva dal fatto che in quel Piano nacque il borgo della Contrada di San Grigoli; è lì che si sviluppò ed ebbe maggiore splendore il successivo Casale di San Gregorio. Inoltre la chiesa sorge sulle rovine della chiesa medievale dedicata a San Gregorio distrutta dal terremoto del 1693. Presenti alla cerimonia di “consegna delle responsabilità” gli studenti della 3ª C, la dirigente scolastica, Gisella Barbagallo, il sindaco, Carmelo Corsaro, l’assessore alla Cultura, Marilena Caruso, l’insegnante Graziella Ferro, il parroco don Ezio Coco. Referente del progetto la prof.ssa Antonella Neri. « Questo è un momento simbolico – ha sottolineato la dirigente Barbagallo - in quanto la comunità si prende cura dei propri beni. Il patrimonio artistico e culturale è il nostro futuro e la ricchezza di questi ragazzi. Tante opportunità, soprattutto al Sud e in Sicilia – ha concluso -, sono state perse proprio perché non ci si è presi cura del proprio patrimonio artistico». Per il primo cittadino, Corsaro, «Questo progetto ben si inserisce – ha detto – in quello più ampio della mia Amministrazione che vede tra i punti prioritari il riappropriarsi del proprio territorio e della propria identità culturale». Parole di elogio anche dall’assessore alla Cultura Caruso: «Una bellissima iniziativa per la quale mi complimento con i ragazzi, che hanno creato un bel video per sostenere la causa di adozione, e con i docenti che li hanno seguiti». San Gregorio di Catania 06 gennaio 2017 Alfio Patti Ufficio Stampa
Data 04/01/2018
Titolo “LA CAROVANA DEI MAGI”
Foto
Dettagli
Testo

SAN GREGORIO – Arriva la “Carovana dei Magi” a San Gregorio per festeggiare un’Epifania tutta particolare. Un lungo Corteo, quaranta figuranti, abiti d’eccezione ideati da Angelo Butera e cuciti dall’Antica sartoria del Corteo, sfilerà giorno 6 gennaio da Piazza Marconi (antico Largo del Duomo) lungo tutta la Via Umberto fino a Piano Immacolata (antico Chianu di San Grigoli).

Su un’idea di Angelo Butera, noto costumista di abiti d’epoca e promotore del Corteo Storico sangregorese, il sindaco, Carmelo Corsaro, ha patrocinato l’evento che rispecchia ormai le caratteristiche culturali della cittadina etnea abituata a cortei d’epoca.

Si tratta di una rivisitazione storica del presepe vivente di stile borbonico nel quale si uniscono lo stile barocco napoletano con quello siciliano.

Saranno in quaranta in tutto a rappresentare un bellissimo presepe vivente.

A seguito dei re Magi, dopo che questi saranno usciti dalla chiesa Madre di Santa Maria degli Ammalati alle ore 16,00, sfileranno numerosi figuranti lungo la principale Via Umberto fino ad arrivare al Piano Immacolata. Davanti la chiesa settecentesca si uniranno alle dame e ai signori i pastori e gli umili.

Qui i re Magi offriranno i loro doni a Gesù bambino.

La chiesa dell’Immacolata al Piano sarà aperta e si richiuderà appena la cerimonia si completerà.

Quindi il corteo farà ritorno in chiesa Madre.

«Ho inserito abiti eleganti proprio dello stile del presepe partenopeo – ha commentato Angelo Butera – per riprendere un tema antico ma di qualità, oltre a differenziare l’iniziativa da tante altre, anche se belle, che si tengono nel circondario in questo periodo».  

«Anche questa – ha commentato il sindaco, Carmelo Corsaro – è un’iniziativa che vede l’associazionismo di qualità in prima fila. Grazie all’impegno di tanti sangregoresi si è resa possibile una manifestazione di prestigio e di valore culturale. Questo è lo spirito che amo di più dei miei concittadini ed è per questo che sosteniamo, in base alle nostre possibilità, questo tipo di proposte».

  

San Gregorio di Catania 04 gennaio 2017

 

Alfio Patti 

Ufficio Stampa

Data 03/01/2018
Titolo Un “bonus green” per incentivare la raccolta differenziata presso l’Isola ecologica.
Foto
Dettagli
Testo

Un “bonus green” per incentivare la raccolta differenziata presso l’Isola ecologica.

4 assegni di 500,00 euro per gli studenti più virtuosi

 

SAN GREGORIO - Bonus Green. Questo il titolo del bando indetto dall’Amministrazione comunale per incentivare la raccolta differenziata, rivolto al nucleo familiare in favore degli studenti residenti a San Gregorio.

Il concorso prevede l’assegnazione di due bonus di 500,00 euro in favore di alunni frequentanti la scuola dell’Infanzia, la scuola primaria e secondaria di primo grado e di due altri bonus di 500,00 euro per gli studenti di scuola secondaria di secondo grado.

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 gennaio 2018.

Esse sono relative al periodo dell’emanazione del bando al dicembre 2017.

Le famiglie devono aver conferito, in questo lasso di tempo, presso l’Isola ecologica di Via Bellini, rifiuti differenziati superiori ai 300 chili. Chi deposita di più vince.

I “bonus” potranno essere spesi per l’acquisto di pc/tablet; iscrizione ad un corso di lingue/formazione; vacanza studio; tirocini/stage, ecc.

La domanda dovrà essere protocollata all’Ufficio Urp del Municipio o trasmessa a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale) o inviata a mezzo Pec all’indirizzo del Comune: comune.sangregorio.ct@anutel.it.

Se nella selezione dovessero risultare pari punteggi verranno presi in esame il maggior numero di figli e l’attestazione Isee più bassa.

«Un premio per ben educare. Educare anche a spendere i bonus che - come sottolinea il sindaco, Carmelo Corsaro - dovranno essere spesi per acquisti volti al miglioramento dell’educazione dello studente. I bonus green verranno erogati in due tranche, la prima in misura del 50 per cento dell’importo e la seconda a fronte della presentazione della documentazione di spese effettuate».

«Il bonus Green – ha spiegato la consigliera comunale, Eleonora Suizzo, promotrice dell’iniziativa -, fortemente voluto dal sindaco Corsaro, rappresenta un incentivo alla buona e corretta consapevolezza dell'importanza del conferimento in isola ecologica, operato da parte di ogni famiglia». 

« Il rispetto dell'ambiente in cui nasciamo e viviamo deve essere obiettivo primario in ognuno di noi sin dalla nostra infanzia, con l'educazione familiare prima e scolastica e sociale, dopo» - ha concluso.

  

Per scaricare la domanda : ---> 
http://www.comune.san-gregorio-di-catania.ct.it/CMS_Bandi/default.aspx?1*65*0*1

 

San Gregorio di Catania 03 gennaio 2017

 

Alfio Patti 

Ufficio Stampa