AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

29/05/2019

NUOVE DISCIPLINE PER REGOLAMENTARE LA RACCOLTA PORTA A PORTA.

Indicazioni e divieti riportati nell'ordinanza sindacale n. 38/2019.
Installate le video-foto-trap
 
 SAN GREGORIO – Disciplinate le modalità di espletamento del servizio di raccolta differenziata con il sistema “porta a porta”. Il sindaco, Carmelo Corsaro,  con l’ordinanza n. 38 del 24 maggio ha emanato le regole per la gestione dei rifiuti ai fini del pubblico interesse e per assicurare un’elevata protezione dell’ambiente e dell’ecosistema, tenendo conto della specificità dei rifiuti.
Nell’ordinanza sono evidenziati anche i divieti di conferimento di rifiuti per i non residenti sul territorio comunale  e per gli operatori economico-produttivi che non esercitano la propria attività nel Comune sangregorese.
L’assessore al Servizio rifiuti e igiene pubblica, Salvo Cambria, che ha già iniziato la sua campagna contro gli utenti indisciplinati ha così spiegato: «Abbiamo già iniziato la manutenzione per risanare l’igiene del territorio con azioni di pulizia – ha detto – abbiamo constatato che non tutti fanno bene la differenziata. Da oggi in poi, l’operatore ecologico nel ritirare la spazzatura controllerà se la differenziata è stata fatta in modo corretto; in caso contrario lascerà un bigliettino affinché l’utente possa ritirare il sacchetto. Se ciò non dovesse avvenire – ha continuato Cambria - la polizia locale sanzionerà, il proprietario se singolo oppure il condominio davanti al quale è stata depositata la spazzatura.
«Da ieri – ha spiegato nei dettagli l’assessore Cambria – abbiamo installato le video-foto-trap dopo aver avuto l’autorizzazione del garante della privacy. Tutto ciò è stato regolamentato in Consiglio; individuato anche l’operatore che si occuperà di requisire la parte documentata che identificherà il reato. Le telecamere sono già attive».
È propria di questi giorni, infatti, la notizia di due utenti multati per non avere rispettato le regole.
«Anche la cittadinanza sta collaborando con la polizia locale – ha concluso Cambria -. A presto faremo la disinfestazione su tutto il territorio. Già attivo il servizio dello spazzamento mobile ed abbiamo aumentato il numero degli operatori ecologici».
Per il primo cittadino, Corsaro, «Occorre meglio educare le persone. I rifiuti da avviare allo smaltimento finale devono essere ridotti il più possibile e ciò può avvenire potenziando la prevenzione e le attività di riutilizzo, di riciclaggio e di recupero».
L’isola ecologica, che in questi ultimi giorni ha funzionato a singhiozzo, rispetterà i seguenti orari: Lunedì, Martedì, Giovedì e Sabato dalle ore 8 alle ore 12,30. Mercoledì e Venerdì, oltre che la mattina l’isola rimarrà aperta anche nel pomeriggio dalle ore 15 alle 17,30.
Per chi non rispetterà le norme indicate dell’Ordinanza, consultabile sul sito istituzionale dell’Ente, http://www.comune.san-gregorio-di-catania.ct.it/Repository/Sangregorio/Informative/2019/id_1909/ordinanzasindacale38-2019.pdf
sarà oggetto di ammende che vanno dai 25,00 ai 500,00 euro.
 
 
San Gregorio di Catania 28 maggio 2019
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa