AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

28/02/2018

LA CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI SAN GREGORIO HA COMPIUTO 20 ANNI.

LA CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI SAN GREGORIO
HA COMPIUTO 20 ANNI.
 
SAN GREGORIO – Domenica scorsa nella gremita chiesa madre di San Gregorio cittadini, autorità, e volontari hanno preso parte alle celebrazioni, eseguite dal parroco, don Ezio Coco, per il ventennale delle attività dell’associazione di volontariato sul territorio.
In occasione delle festività si è svolto il rito della “vestizione”, momento che esprime il passaggio dal periodo di “aspirantato” a quello dell’effettiva entrata nel sodalizio di un volontario che diviene “Confratello di Misericordia” a tutti gli effetti.
Concepita da un gruppo di volontari nel lontano settembre del 1997 la Misericordia di San Gregorio venne costituita nel febbraio del 1998. Parroco di allora don Domenico Maiolino.
Primo governatore fu Filippo Sciuto che in questa occasione ha ricevuto un attestato di stima, da parte di tutti i volontari, consegnato dall’attuale governatore, Rosario Vaccaro che nel suo intervento ha così dichiarato: «Sono stati vent’anni intensi – ha detto. Abbiamo sacrificato volentieri parte della nostra vita in quanto il volontariato richiede dedizione a favore degli altri. Siamo stati gratificati dai risultati».
La prima autoambulanza fu acquistata nel 1999 con gli aiuti dei cittadini e dell’allora Amministrazione comunale. Oggi la Misericordia di San Gregorio conta due autoambulanze, due automobili e una settantina di volontari.
Da sei anni la Confraternita è ospite dell’Istituto salesiano “Sacro Cuore” ma a presto passerà a nuovi locali messi a disposizione del sindaco Carmelo Corsaro che nel suo intervento ha sottolineato come «La Misericordia a San Gregorio – ha detto – è il risultato della cultura del sangregorese votato al volontariato grazie anche alla ultra centenaria presenza dei salesiani sul territorio. Abbiamo ritenuto giusto dotare i volontari di una nuova sede che è stata individuata, e che a presto sarà consegnata, nei locali di Via Carlo Alberto».
Sono diventati confratelli, grazie alla vestizione: Rosario Vaccaro, Filippo Sciuto, Anna Anastasio, Nico Balsamo, Alfredo Pennisi, Gregorio Catalano, Francesca Barbagallo, Gerolamo Lo Monaco, Paola Maggiore, Vincenzo Scuto e Giovanna Pennisi.
Diversi sono stati gli interventi che hanno visto protagonisti questi validi volontari. Fra i tanti il terremoto di Santa Venerina nel 2001, la successiva eruzione dell’Etna, il terremoto de L’aquila nell’aprile del 2009.
Da diversi anni organizza Corsi di primo soccorso e progetti per il Servizio civile per i giovani.
 
  
 San Gregorio di Catania 28 febbraio 2018
 
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa