AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

12/02/2018

DIMINUISCE LA PRESSIONE FISCALE

IL COMUNE DI SAN GREGORIO DIMINUISCE LA PRESSIONE FISCALE Operazione di diminuzione della pressione fiscale da parte dell’Amministrazione Corsaro segnale di particolare attenzione alle esigenze delle famiglie in questo momento di crisi. SAN GREGORIO - L’Amministrazione comunale di San Gregorio ha introdotto delle novità riguardo all’addizionale Irpef abbassando l’aliquota per lo scaglione fino a 28.000 euro confermando il principio di progressività applicato agli scaglioni di reddito stabiliti ai fini Irpef dalla legge statale. Un’operazione condivisa dal consiglio comunale che, nell’ultima seduta consiliare, ha votato all’unanimità la modifica del regolamento per l’applicazione dell’addizionale comunale Irpef. Intenso il dibattito in aula che ha visto intervenire anche il consigliere Paolo Schilirò, che ha proposto l’atto deliberativo con la collaborazione del consigliere Natale Cosentino e l’approvazione della commissione consiliare. «Si tratta di una misura importante che abbiamo concordato con il sindaco, Carmelo Corsaro, alla luce di una difficoltà economica crescente per le famiglie – ha dichiarato Paolo Schilirò nell’illustrare il provvedimento – L’Amministrazione Corsaro – ha continuato – ha così alleggerito la pressione fiscale relativamente a questa imposta e al contempo ha confermato le altre aliquote secondo un principio di maggiore equità, per cui chi ha di più paga di più». Soddisfatto il primo cittadino Corsaro che ha così sottolineato: «Crediamo che questa operazione possa costituire un aiuto in più ai cittadini in un momento così critico per l’economia e quindi per i loro bilanci familiari. Un tassello in più che fa sentire le istituzioni vicine alle fasce più deboli». Con la modifica del regolamento dell’addizionale Irpef comunale viene confermata l’esenzione fino alla soglia del 15.000 euro e si conferma un’aliquota che cresce progressivamente in base al reddito annuo. San Gregorio di Catania 12 febbraio 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa