AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

10/01/2018

A PIPPO MARINETTI UN RICONOSCIMENTO NEL SUO 90° COMPLEANNO

A PIPPO MARINETTI UN RICONOSCIMENTO NEL SUO 90° COMPLEANNO «Al suo impegno viene riconosciuta la rinascita a vita sociale e religiosa del quartiere “Radiusu” e le attività della chiesetta di Sant’Antonio» SAN GREGORIO – Un singolare riconoscimento è stato conferito al sangregorese Agesilao Marinetti (detto Pippo) in occasione del suo 90° compleanno. La motivazione del meritato attestato di benemerenza recita così: «Per il suo impegno filantropico nei confronti della comunità sangregorese. A lui dobbiamo la rinascita a vita sociale e religiosa del quartiere “Radiusu”e le attività della chiesetta di Sant’Antonio». A conferire l’attestato è stato il sindaco, Carmelo Corsaro, accompagnato dall’assessore ai Servizi Sociali, Seby Sgroi, dal presidente del Consiglio comunale, Salvo Cambria e dal consigliere comunale Giovanni Zappalà. Di fatto Marinetti ha sempre avuto un grande amore verso la sua cittadina, riconosciuto da tutti i sangregoresi, e grande generosità verso iniziative sociali e religiose. «Tutto ciò che faccio – ha spiegato Pippo Marinetti – lo faccio col cuore. Alla mia età ora vivo di gratificazioni che mi arrivano da tutta la gente. Ho seminato e già da tempo raccolgo i frutti che sono quelli dell’amore e della fratellanza; del rispetto e dell’amicizia». Per anni il quartiere “Radiusu” e la sua chiesetta di Sant’Antonio erano rimasti senza attività, né sociali né religiose. L’impegno di Marinetti nel coinvolgere i salesiani, il Comune e i cittadini, dando per primo l’esempio sia personale che economico, ha fatto sì che la chiesa si riattivasse e i fedeli frequentassero sempre in modo più assiduo e numeroso le cerimonie religiose e il quartiere. Il filantropo Marinetti, inoltre, ha rinvigorito e valorizzato la festa del Santo in giugno facendo ripristinare la processione e la celebrazione in Piazza Sant’Antonio della “Radiusu” con grande affluenza di cittadini che hanno riscoperto, così, una parte della loro storia e della loro fede. Nel 1954, Pippo Marinetti, si imbarca come Ufficiale su navi mercantili che lo portano in giro per il mondo. Vi rimarrà per lunghi cinque anni senza fare mai ritorno in Italia e quindi neppure a casa, rischiando quella che in gergo marinaresco viene definita la “malattia del ferro”. Il 12 settembre del 1962 sposa Rosa Lo Faro dalla quale avrà tre figli, Andrea, Nino e Daniele. Proprio loro, insieme al nipote Giuseppe e la nuora Rosanna hanno festeggiato il suo 90° genetliaco a San Gregorio dove vive. San Gregorio di Catania 10 gennaio 2017 Alfio Patti Ufficio Stampa