AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

04/01/2018

“LA CAROVANA DEI MAGI”

SAN GREGORIO – Arriva la “Carovana dei Magi” a San Gregorio per festeggiare un’Epifania tutta particolare. Un lungo Corteo, quaranta figuranti, abiti d’eccezione ideati da Angelo Butera e cuciti dall’Antica sartoria del Corteo, sfilerà giorno 6 gennaio da Piazza Marconi (antico Largo del Duomo) lungo tutta la Via Umberto fino a Piano Immacolata (antico Chianu di San Grigoli).

Su un’idea di Angelo Butera, noto costumista di abiti d’epoca e promotore del Corteo Storico sangregorese, il sindaco, Carmelo Corsaro, ha patrocinato l’evento che rispecchia ormai le caratteristiche culturali della cittadina etnea abituata a cortei d’epoca.

Si tratta di una rivisitazione storica del presepe vivente di stile borbonico nel quale si uniscono lo stile barocco napoletano con quello siciliano.

Saranno in quaranta in tutto a rappresentare un bellissimo presepe vivente.

A seguito dei re Magi, dopo che questi saranno usciti dalla chiesa Madre di Santa Maria degli Ammalati alle ore 16,00, sfileranno numerosi figuranti lungo la principale Via Umberto fino ad arrivare al Piano Immacolata. Davanti la chiesa settecentesca si uniranno alle dame e ai signori i pastori e gli umili.

Qui i re Magi offriranno i loro doni a Gesù bambino.

La chiesa dell’Immacolata al Piano sarà aperta e si richiuderà appena la cerimonia si completerà.

Quindi il corteo farà ritorno in chiesa Madre.

«Ho inserito abiti eleganti proprio dello stile del presepe partenopeo – ha commentato Angelo Butera – per riprendere un tema antico ma di qualità, oltre a differenziare l’iniziativa da tante altre, anche se belle, che si tengono nel circondario in questo periodo».  

«Anche questa – ha commentato il sindaco, Carmelo Corsaro – è un’iniziativa che vede l’associazionismo di qualità in prima fila. Grazie all’impegno di tanti sangregoresi si è resa possibile una manifestazione di prestigio e di valore culturale. Questo è lo spirito che amo di più dei miei concittadini ed è per questo che sosteniamo, in base alle nostre possibilità, questo tipo di proposte».

  

San Gregorio di Catania 04 gennaio 2017

 

Alfio Patti 

Ufficio Stampa