AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

15/05/2017

Progetto “Salute e sicurezza”

Consegnato l’ottavo defibrillatore: destinatario il Centro diurno per anziani
 
 
SAN GREGORIO – “Siamo a quota otto”. Sono otto, infatti, i defibrillatori dislocati sul territorio sangregorese attraverso il progetto “Salute e sicurezza” pensato e concretizzato dall’Amministrazione comunale di San Gregorio sin dal suo insediamento.
Questa volta destinatario del defibrillatore, consegnato dal sindaco, Carmelo Corsaro, e dal presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, è stato il Centro diurno per anziani di Via Bellini.
Durante la manifestazione dedicata alla “Festa della Mamma”, promossa dall’assessore ai Servizi sociali, Seby Sgroi, in un affollato salone è stato consegnato lo strumento salva-vita.
«Quanto sia importante la prevenzione – ha spiegato il primo cittadino, Corsaro -, è cosa nota e noi vogliamo farla nella concretezza. In questo Centro si tengono attività, ludiche, ricreative e culturali e il luogo è sempre affollato di cittadini. Abbiamo ritenuto necessario, quindi, installare un defibrillatore anche qui nel rispetto delle direttive europee, un progetto a garanzia della salute e della sicurezza dei cittadini».
Nel suo intervento, il presidente del consiglio comunale Cambria ha sottolineato «come San Gregorio sia, in proporzione ai suoi abitanti, il Comune, dopo quello di Siena, che ne abbia di più. L’apparecchio - ha aggiunto – se usato con perizia e tempestività è in grado di salvare vite umane. Anche in questo caso – ha concluso – personale del posto sarà istruito per l’uso dell’apparecchio».
L’Amministrazione comunale, su input del presidente Cambria, e con l’impegno diretto del sindaco, Carmelo Corsaro, ha donato il primo defibrillatore nel 2015 alla Misericordia di San Gregorio, quindi un secondo è stato collocato in Piazza Regina Margherita ed un terzo nella sede del Municipio di Piazza Marconi.
Infine, altri quattro defibrillatori sono stati donati agli istituti scolastici comprensivi “San Domenico Savio” e “Michele Purrello”.
 
     
 San Gregorio di Catania 15 maggio 2017  
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa