AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

21/04/2017

Progetto “Salute e Sicurezza”: altri quattro defibrillatori donati dal Comune.



SAN GREGORIO - Continua il percorso “Salute e sicurezza” pensato e concretizzato dall’Amministrazione comunale di San Gregorio sin dal suo insediamento.
Altri quattro defibrillatori, infatti, sono stati donati agli istituti comprensivi “San Domenico Savio” e “Michele Purrello”. All’istituto “Savio” un defibrillatore è stato installato nelle sede centrale di Via Sgroppillo e l’altro nella sede di Via Adige; I due defibrillatori della “Purrello”, invece, sono stati installati il primo nella sede centrale di Via Fondo di Gullo e il secondo nella succursale di Via Umberto. Sono così sette i defibrillatori dislocati sul territorio sangregorese.
L’Amministrazione comunale, su input del presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, e con l’impegno diretto del sindaco, Carmelo Corsaro, ha donato il primo defibrillatore nel 2015 alla Misericordia di San Gregorio, quindi un secondo è stato collocato in Piazza Regina Margherita ed un terzo nella sede del Municipio di piazza Marconi.
Cittadini, associazioni, studenti e impiegati hanno così la possibilità di intervenire tempestivamente in caso di effettivo bisogno; lo strumento potrebbe salvare la vita a numerose persone nel caso venissero colpite da arresto cardiorespiratorio.
«Congiuntamente al presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria – ha spiegato il sindaco, Carmelo Corsaro – abbiamo voluto seguire, anche nel rispetto delle direttive europee, un progetto a garanzia della salute e della sicurezza dei cittadini».
Ma l’impegno non si ferma qui. “Stiamo programmando – ha detto il presidente del consiglio comunale Cambria – di acquistare e installare altri defibrillatori, uno di questi da donarre prossimamente al Centro diurno per anziani».
Gli strumenti “salva vita” sono stati consegnati, nei giorni scorsi, ai dirigenti scolastici Daniela Fonti e Gisella Barbagallo dal sindaco Corsaro accompagnato dal presidente del consiglio comunale Cambria e dal vicesindaco, Ivan Albo.
Nelle scuole saranno individuati responsabili per l’uso degli strumenti e per l’occasione preparati adeguatamente.

Alfio Patti
Ufficio Stampa