AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

11/03/2017

"Una Famiglia per ogni bambino"

SAN GREGORIO – E’ stato firmato il Protocollo d’intesa per l’attuazione del progetto “Una famiglia per ogni bambino” tra gli Istituti comprensivi sangregoresi, “Michele Purrello”, “San Domenico Savio” e il Comune di San Gregorio.
A firmare le presidi Gisella Barbagallo per la “Purrello”, Daniela Fonti per la “Savio” e il sindaco Carmelo Corsaro. Presenti anche il vice sindaco, Ivan Albo, assessore alle Politiche scolastiche e l’assessore alle politiche sociali, Seby Sgroi.
Fanno parte del gruppo operativo inserito nel progetto, oltre alle dirigenti scolastiche, anche Rosa Bagiante, assistente sociale del Comune di San Gregorio, Grazia Chisari, responsabile associazione “Genitori in cammino” di Misterbianco, Alessandra Lo Faro, psicologa sportello ascolto e Roberta Alosi, psicologa laboratori socio-affettivi.
Le finalità del progetto sono quelle di stabilire una prassi concordata tra le Istituzioni per favorire l’accoglienza e l’inserimento nella scuola dei bambini/ragazzi in affido o adottati o minori che presentino qualche problematica inerente la crescita oppure legata all’insuccesso; all’integrazione delle diversità al fine di favorire il benessere psico-fisico del minore e delle famiglie.
Per questo, in entrambe le scuole e finanziati dal Comune, sono stati istituiti sportelli d’ascolto.
«Sin dal nostro insediamento – ha commentato il sindaco Corsaro - abbiamo intrapreso la politica dell’ascolto nei riguardi di tutti i cittadini e quindi non potevamo trascurare quella relativa alla scuola e ai bambini. Sono contento di investire somme e professionalità in questi progetti che ci fanno sentire sempre più famiglia e collettività.»
«Il Comune di San Gregorio in questo campo è all’avanguardia – ha precisato l’assessore Sgroi -; uno dei pochi Comuni dell’hinterland ad attuare queste attività e ne andiamo fieri».
«Abbiamo sottoscritto un protocollo d’intesa tra la scuola, il Comune e l’associazione “Genitori in cammino” – ha spiegato la preside Fonti - per portare avanti questo progetto dedicato principalmente a quelle famiglie che hanno adottato un bambino ma che si estende anche a bambini con bisogni speciali. Come si svolgerà? Tramite l’attivazione di uno sportello specifico curato dalla dott.ssa Alessandra Lo Faro e la conduzione di laboratori socio-educativi che andranno a prendere di mira dinamiche difficoltose tra i ragazzi naturalmente con l’autorizzazione dei genitori».
«Sportello – ha puntualizzato la preside Barbagallo - che sarà di supporto ai docenti per la formazione-informazione su queste tematiche e di supporto ai genitori qualora ne avessero necessità e ai bambini sempre nel rispetto della tutela legale. Non più un fatto episodico ma un percorso più costante ed incisivo».
            
 San Gregorio di Catania 11 marzo 2017
 
 
Alfio Patti
Ufficio Stampa