AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità
CULTURA

Le Chiese

   
 
     
 
Edificata nel 1620 dal vescovo Mons. Bonaventura Segusio. la chiesa cominciò ad accogliere i fedeli nel 1630. Nel 1693 venne distrutta dal terremoto e dopo un lungo lavoro di ricostruzione in stile barocco, durato ben sedici anni, nel 1711 fu restituita al suo splendore. Ubicazione Piazza Marconi.
 
Built in 1620 by the bishop Bonaventura Segusio, this church first welcomed its congregation in 1630. In 1693 it was destroyed by the earthquake and after a long reconstruction of 16 years, in baroque style, it conquered again its splendour in 1711. Ubication Piazza Marconi.


 
   
 
     
 
La sua edificazione, notevole esempio di architettura settecentesca, ebbe inizio nell'anno 1769 e finì nel 1800 con il completamento della scala del campanile. Ubicazione Piano Immacolata.
 
Remarkable example of XVIII century architecture, its edification began in 1769 and lasted till 1800, when the stairs of the bell tower were finished. Ubication Piano Immacolata.


 
   
 
     
 
La chiesa di S. Antonio di Padova si ergeva questa, dove oggi è la Piazza Regina Margherita. Essa esisteva già ai primi del 1600, prima ancora che fosse costruita la Chiesa Madre, tanto che i sangregoresi nel 1616 chiesero ed ottennero di potervi tenere il Santissimo Sacramento e che un sacerdote la ufficiasse stabilmente fino a quando non sarebbe stata allestita la chiesa parrocchiale. Ma anche dopo che la chiesa parrocchiale entrò in funzione la chiesa di S. Antonio continuò ad essere frequentata. Ciò risulta dalle visite pastorali dei vescovi di Catania, Antonio Gussio, nel 1665 e del Vescovo Deodato Moncada nel 1778. Certamente la chiesetta di S. Antonio sarà stata rifatta più volte. Nella sua forma e dimensione già ricordata, nell'attuale Piazza Regina Margherita, dovette essere rifacimento almeno della prima metà dell'Ottocento a giudicare della sua forma quanto mai leggiadra e libera dia contorcimenti barocchi. Verso la fine degli anni Sessanta, questa chiesetta, nonostante la sua bellezza, venne demolita per dar posto all' attuale piazza e alle attuali nuove costruzioni che vi sono sorte. Il Santo ebbe una nuova chiesa, non artistica come la prima ma tuttavia comoda e più accessibile agli abitanti del paese verso il mare. Questa chuesa sorge all'entrata del paese dalla parte di Acicastello, sulla piazzetta che porta il nome del Santo S. Antonio di Padova, e che gode di un bel panorama sul mare dell'Ionio. Essa viene regolarmente ufficiata con la messa domenicale e ogni anno, il 13 giugno, vi si festeggia il Santo con quelle tradizionali devozioni a cui il popolo, con grande zelo, è molto attaccato.
 
La chiesa di S. Antonio di Padova si ergeva questa, dove oggi è la Piazza Regina Margherita. Essa esisteva già ai primi del 1600, prima ancora che fosse costruita la Chiesa Madre, tanto che i sangregoresi nel 1616 chiesero ed ottennero di potervi tenere il Santissimo Sacramento e che un sacerdote la ufficiasse stabilmente fino a quando non sarebbe stata allestita la chiesa parrocchiale. Ma anche dopo che la chiesa parrocchiale entrò in funzione la chiesa di S. Antonio continuò ad essere frequentata. Ciò risulta dalle visite pastorali dei vescovi di Catania, Antonio Gussio, nel 1665 e del Vescovo Deodato Moncada nel 1778. Certamente la chiesetta di S. Antonio sarà stata rifatta più volte. Nella sua forma e dimensione già ricordata, nell'attuale Piazza Regina Margherita, dovette essere rifacimento almeno della prima metà dell'Ottocento a giudicare della sua forma quanto mai leggiadra e libera dia contorcimenti barocchi. Verso la fine degli anni Sessanta, questa chiesetta, nonostante la sua bellezza, venne demolita per dar posto all' attuale piazza e alle attuali nuove costruzioni che vi sono sorte. Il Santo ebbe una nuova chiesa, non artistica come la prima ma tuttavia comoda e più accessibile agli abitanti del paese verso il mare. Questa chuesa sorge all'entrata del paese dalla parte di Acicastello, sulla piazzetta che porta il nome del Santo S. Antonio di Padova, e che gode di un bel panorama sul mare dell'Ionio. Essa viene regolarmente ufficiata con la messa domenicale e ogni anno, il 13 giugno, vi si festeggia il Santo con quelle tradizionali devozioni a cui il popolo, con grande zelo, è molto attaccato.


 
   
 
     
 
La Parrocchia Sant'Antonio Abate si trova a Cerza, frazione di San Gregorio di Catania, in via della Pace 13
 
The Saint Anthony Parrocchia is located in Cerza, a hamlet of San Gregorio di Catania, Via della Pace 13

 

 
   
 
     
 
Il Monastero delle Clarisse si trova in Via Piave 6 in San Gregorio di Catania.
 
The Monastery of the Clarisse "San Giuseppe" is located in Via Piave 6 in San Gregorio di Catania